La pensilina del futuro

Edo, una pensilina solare multifunzione ed energeticamente autonoma.

Edo, un elemento di arredo urbano sostenibile che ripara dagli agenti atmosferici, cattura energia solare durante il giorno, illumina durante tutta la notte e alimenta un dispositivo digitale informativo multi-mediale. Grazie a schermi touchscreen, integrati alla struttura stessa, è possibile accedere a informazioni in tempo reale su orari di autobus e calcolo percorsi, monitoraggio del traffico, livelli di inquinamento relativi a diverse sostanze, possibilità di condivisione di file e dati.

Il design di Edo nasce dall’osservazione al microscopio SEM di alcune alghe unicellulari marine chiamate Diatomee, organismi singolari che si presentano come una sorta di pannello solare a forma di ventaglio  costituito da diversi individui aggregati in colonia per accumulare tutta la luce necessaria alla propria sopravvivenza. Questo elemento a forma di ventaglio ha ispirato il design della parte superiore delle pensiline che ingloba una tecnologia fotovoltaica costituita da film flessibile in silicio amorfo. La superficie fotovoltaica raccoglie energia solare durante il giorno che viene accumulata in batterie per poi essere utilizzata in parte per alimentare un insieme di led che, attraverso un tessuto fotoluminescente, illuminano la superficie inferiore della pensilina per creare un effetto di luminescenza diffusa e poetica, che accende l’oggetto di notte. Il resto dell’energia ricavata viene messa a disposizione degli utenti che potranno “scaricarla” in forma di “free energy” (sfruttando magari i minuti di attesa o di sosta per poter recuperare una quantità di energia “di emergenza”) e attraverso una porta universale poter fornire energia a dispositivi portatili come telefoni, smartphone, lettori musicali, laptop, macchine fotografiche. Leggi e approfondisci l’articolo sul sito di Architettura & Design.

  • Share

Tags: ,