Premio Pimby 2010: premiate amministrazioni che hanno detto sì alle opere

Dalla variante di valico agli impianti di compostaggio e cogenerazione fino al Wi-Fi per tutti. Questi i premi Pimby (Please in my backyard) 2010, ovvero i riconoscimenti per le amministrazioni che dicono ‘si” alle infrastrutture sul proprio territorio.
A ricevere il premio, il Comune di Imola e Toscana Energia per la centrale di cogenerazione e per l’installazione del parco fotovoltaico nel Comune di Pisa; il Comune di Aprilia e la Provincia di Latina per l’ampliamento dell’impianto di compostaggio; la Regione Emilia-Romagna per la Variante di valico; la Provincia di Roma per il Wi-Fi; la Publiacqua per l’impianto di trattamento delle acque reflue.
Le infrastrutture sono essenziali per lo sviluppo economico del Paese e per la competitivita’ di un territorio. Oggi le aziende investono principalmente dove e’ garantito un sistema di reti efficiente, ha dichiarato Patrizia Ravaioli, Presidente di Associazione Pimby. Accanto alle grandi opere – ha aggiunto – e’ necessario realizzare infrastrutture medio-piccole diffuse sul territorio. La nostra associazione da anni monitora gli investimenti e premia gli amministratori locali che realizzano opere sul proprio territorio, coniugando il rispetto delle regole con il consenso dei cittadini. La cerimonia di consegna del premio stasera a Roma alla presenza dei ministri dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, del Lavoro, Maurizio Sacconi, e dei Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto.
Pimby e’ un’associazione senza fini di lucro fondata nel 2007 con l’obiettivo di superare la sindrome Nimby, cioe’ la sindrome di chi si oppone alla localizzazione di opere pubbliche o private sul proprio territorio.

Fonte: Ansa

  • Share

Tags: