La certificazione LEED® : per edifici ambientalmente sostenibili

Per garantire la sostenibililità dell’edificio, il sistema di certificazione più diffuso al mondo è ad oggi il LEED® ( Leadership in Energy and Environmental Design), un sistema di certificazione degli edifici su base volontaria nato in America ad opera di U.S. Green Building Council (USGBC) ed applicato in oltre 140 Paesi nel mondo con lo scopo di promuovere e sviluppare un approccio globale alla sostenibilità.

Gli standard LEED®, elaborati da USGBC e presenti anche in Italia grazie al lavoro di GBC Italia che ne ha creato una versione locale, indicano i requisiti per costruire edifici ambientalmente sostenibili, sia dal punto di vista energetico che dal punto di vista del consumo di tutte le risorse ambientali coinvolte nel processo di realizzazione.

Il LEED® si sta sviluppando sempre più a livello internazionale, anche in Italia negli ultimi anni ha avuto una crescita esponenziale; può essere utilizzato su ogni tipologia di edificio e promuove un sistema di progettazione integrata che riguarda l’intero edificio.

 

 

Come si ottiene la certificazione LEED®: attribuzione dei crediti

La certificazione LEED® viene conferita tramite l’attribuzione di “crediti” ottenibili se si possiedono diversi requisiti caratterizzanti la sostenibilità dell’edificio..

Per conferire i crediti si fa riferimento ai cosìdetti “criteri” raggruppati in 6 categorie, che prevedono prerequisiti prescrittivi obbligatori e un numero di performance ambientali facoltative, che assieme definiscono il punteggio finale dell’edificio.
Nello specifico, le categorie di criteri a cui si fà riferimento sono:

La Sostenibilità del Sito (2 prerequisiti – 10 crediti ): gli edifici certificati LEED® devono avere il minor impatto possibile sul territorio e sull’area di cantiere.

La Gestione delle Acque (1 Prerequisito– 4 Crediti): la presenza di sistemi per il recupero dell’acqua piovana o di rubinetti con regolatori di flusso deve garantire la massima efficienza nel consumo di acqua.

Energia ed Atmosfera (3 Prerequisiti, 6 Crediti): utilizzando al meglio l’energia da fonti rinnovabili e locali, è possibile ridurre in misura significativa la bolletta energetica degli edifici.

Materiali e Risorse (1 Prerequisito, 7 Crediti): ottengono un punteggio superiore, nel sistema di valutazione LEED®, gli edifici costruiti con l’impiego di materiali naturali, rinnovabili e locali.

La qualità ambientale Interna (3 Prerequisiti, 10 Crediti): All’interno di questa categoria trovano spazio anche i requisiti per le emissioni indoor dei manufatti, che rappresentano uno dei punti di maggior attenzione per i produttori di arredi e di prodotti per l’edilizia.

Innovazione nella Progettazione + Priorità Regionale (3 Crediti + 1 Credito e 4 Crediti): L’impiego di tecnologie costruttive migliorative rispetto alle best practice è un elemento di valore aggiunto, ai fini della certificazione LEED®.

Sommando i crediti conseguiti all’interno di ciascuna delle sei categorie, si ottiene uno specifico livello di certificazione, che attesta la prestazione raggiunta dall’edificio in termini di sostenibilità ambientale.

La certificazione LEED® si articola in:

• BASE (40 – 49 punti)
• ARGENTO (50 – 59 punti)
• ORO (60-79 punti)
• PLATINO (80 o più punti)

 

 

 

Fonte: http://www.officebit.com/officebit/galleria_dossier/certificazioni_luglio/capitolo04.htm

  • Share