Il contributo dei prodotti di arredo per ufficio all’ottenimento della certificazione LEED®

All’ottenimento della certificazione LEED® dell’edificio contribuiscono anche le caratteristiche dei prodotti di arredo di cui è prevista l’utilizzazione.
Delle 6 macrocategorie di criteri citate prima, quelle che interessano gli arredi possono variare a seconda che si tratti di un progetto di nuovo edificio o di ristrutturazioni.
In generale, sono la n° 4 (materiali e risorse), la n° 5 (qualità degli ambienti interni) e, in alcuni casi, la n° 6 (progettazione e innovazione).
Ad esempio nella categoria 4 “materiali e risorse”, i criteri influenzati anche dalla scelta degli arredi sono:
– gestione dei rifiuti da costruzione (nel caso dei mobili: gestione e recupero degli imballaggi).
– uso di materiale riciclato (viene conteggiata la percentuale di materiale riciclato, sia pre-consumo che post-consumo, usato nella costruzione del mobile);
– utilizzo di materiali provenienti da fonti rapidamente rinnovabili (sono premiati i materiali ricavati, per es., da piantagioni con ciclo di raccolta decennale o più breve);
– percentuale di legno e materiali a base di legno provenienti da foreste gestite in modo sostenibile (è richiesta la certificazione FSC. GBC sta valutando se riconoscere anche altre certificazioni equivalenti, ad es. la PEFC).

 

La categoria 6, “progettazione e innovazione”, consente di prendere in considerazione requisiti non considerati per il determinato tipo di intervento edilizio che ambisce alla certificazione.

 

Fonte: http://www.officebit.com/officebit/galleria_dossier/certificazioni_luglio/capitolo04.htm

  • Share