Rinnovabili: l’Africa produrrà energia per la Ue

Entro i prossimi cinque anni l’Europa importerà dall’Africa energia elettrica prodotta dal sole. Lo ha affermato il Commissario Europeo all’Energia, Gunther Oettinger, al termine di un incontro con i ministri dell’Energia di Algeria, Marocco e Tunisia tenutosi ad Algeri.
Ritengo – ha dichiarato il Commissario – che nei prossimi cinque anni arriverà al mercato europeo la produzione elettrica dei primi impianti localizzati nell’area nord africana. Inizialmente questi volumi saranno prodotti da piccoli progetti per una potenza di centinaia di MW. Poi la capacità elettrica in Africa arriverà a migliaia di MW nel momento in cui entrerà in funzione il progetto solare Desertec. Questo progetto – ha aggiunto Oettinger – ha un respiro di 20-40 anni e necessita di investimenti di centinaia di miliardi di euro per poter integrare tutta la possibile produzione di migliaia di MW da fonte eolica e solare, ma sarà molto importante per raggiungere gli obiettivi fissati dalla UE per il 2020 in merito alle rinnovabili.
Sull’allarme lanciato da alcuni gruppi ambientalisti relativamente al fatto che il collegamento elettrico da realizzarsi tra Nord Africa e Europa potrebbe – invece – essere utilizzato per importare elettricità prodotta da impianti convenzionali a gas e carbone, il Commissario ha precisato: Si tratta di una bella domanda alla quale occorre una buona risposta. Dobbiamo essere sicuri che ciò non accada, ma questo non deve mettere in crisi il nostro progetto. Inoltre, ritengo possibile dal punto di vista tecnologico monitorare le importazioni elettriche dall’Africa alla UE che transitano sui nuovi cavi al fine di stabilire se si tratti di energia elettrica prodotta da impianti convenzionali o fa fonti rinnovabili.

Fonte: LaStampa

  • Share

Tags: ,