Dubino, Sondrio. Un importante intervento di coibentazione esterna a cappotto

021Intervento realizzato con Ecap, pannello termoisolante made in Edilteco scelto per l’occasione da Edilizia Colombini, diventa un vero e proprio “campo dimostrativo”. Succede a Dubino, antico borgo in provincia di Sondrio.  “Crediamo che il nostro cantiere possa essere di esempio per chiunque aspiri all’isolamento termico ottimale.  Ecap garantisce tempi rapidi e una posa semplice, pulita e sicura –  spiega il geometra Daniele Zarucchi responsabile tecnico di Edilizia Colombini – Abbiamo l’opportunità di mostrare alle imprese interessate i risultati ottenuti grazie ad un prodotto innovativo di facile impiego e dunque dall’elevato valore aggiunto. Promuovere la qualità è per noi fondamentale” .

“Il pannello termoisolante Ecap già dotato di rasatura e rete in fibra di vetro. Inoltre è predisposto per l’applicazione dei tasselli di fissaggio. Un valore aggiunto che rende la posa oltremodo semplice, quasi un gioco da ragazzi”. Parola di Daniele Zarucchi, responsabile tecnico di Edilizia Colombini, rivendita associata BigMat nonché realtà assai vivace nell’ambito immobiliare e delle costruzioni. Siamo a Dubino, Dübìn nell’idioma locale, comune di 3mila500 abitanti  in provincia di Sondrio. Sorto a 223 metri sopra il livello del mare sulla linea di confine tra Valtellina, Valchiavenna e Alto Lario,  Dubino diventa ben presto crocevia di passaggio obbligato. E tale resta, almeno sino agli albori del XIX secolo. A chiunque infatti si avventuri all’ombra delle Alpi Retiche, i capricci dell’Adda, passato alla storia per le sue piene implacabili e ricorrenti, non sembrano concedere alcuna alternativa. Sono gli austriaci i primi a tentare di addomesticare l’irruento fiume. Ma la completa bonifica delle paludi del Pian di Spagna, lembo ti terra alle foci dell’Adda e ora riserva naturale di cui Dubino è fiero baluardo,  si deve soprattutto a Don Luigi Guanella. Venerato dai posteri alla stregua di Beato, nel 1900  Don Luigi fonda Nuova Olonio (fagocitata da una feroce piena l’antica Olonio esalò il suo ultimo respiro nel 1598) luogo deputato al sostegno di giovani e anziani in difficoltà ad un tiro di schioppo da Dubino. Oggi, nonostante il proliferare di attività  commerciali e di servizio, il cuore pulsante della “vecchia” Dübìn è ancora l’attività agricola. Non è infatti raro incontrare sul proprio cammino solide magioni che vantano tutte le peculiarità dell’insediamento rurale. Consapevole di quanto il patrimonio esistente meriti la medesima attenzione delle strutture di nuova generazione  Edilteco, azienda di San Felice sul Panaro (Modena) leader internazionale nella produzione di malte alleggerite termoisolanti, è pioniera nel porre la propria esperienza e competenza al servizio di un puntuale retrofit energetico e acustico degli edifici. Frontiera in buona parte inesplorata della bioedilizia, una riqualificazione dell’hic et nunc  che rispetti le esigenze logistico ambientali è per i fratelli Stabellini e i loro collaboratori punto di partenza di un ritrovato benessere. Ecap, innovativo pannello termoisolante prefinito nato per l’isolamento termico di soffitti e pareti (esterne e/o interne), consente l’eliminazione di ponti termici e protegge le facciate dalla acque meteoriche. Frutto di una ricerca sempre al passo con i tempi che ne ha fatto paladino del risparmio energetico, Ecap  è pensato ad hoc per coibentare in modo ottimale gli edifici di nuova e antica generazione. E dunque garantire  gradevoli temperature interne in qualsiasi momento dell’anno, in primis durante i mesi più rigidi. Qui, alle porte della riserva naturale del Pian di Spagna, l’inverno è severo e lascia poco spazio a qualsivoglia improvvisazione. Le sue sono impronte gelide che indugiano a lungo. Un isolamento termico adeguato delle abitazioni non solo è necessario ma rappresenta un vantaggio tanto per la salute quanto per il portafoglio.  “L’intervento in questione, che ha richiesto l’impiego di 500 mq di Ecap L/100 da 10cm – precisa Zarucchi – riguarda le pareti esterne di  una palazzina ad uso privato forte di due piani fuori terra e con mansarda non abitabile. Gli appartamenti sono otto, quattro per ogni piano. Il pannello  Ecap è stato applicato senza alcuna difficoltà alla muratura portante costruita con il classico mattone forato del 25. Conosciamo da tempo il prodotto firmato Edilteco e abbiamo potuto testarne l’elevato livello prestazionale.  Motivo per cui è nostra intenzione invitare le ditte interessate a toccare con mano i risultati ottenuti grazie alla sua applicazione. Per Edilizia Colombini Il cantiere  è anche e soprattutto un vero e proprio luogo di dimostrazione e formazione”. Grazie ad una posa rapida l’impiego di Ecap scongiura l’eccessiva produzione di polvere e garantisce una limitata permanenza dei ponteggi. Inoltre è’ sufficiente un solo strato di finitura per ottenere un risultato finale che corrisponde alle aspettative. La linea Ecap contempla: Ecap L, pannello termoisolante prefinito in polistirene espanso sinterizzato (λ 0,035W/mK), Ecap GT addittivato con grafite (λ 0,031 W/mk), Ecap Stif nuovo pannello termoisolante prefinito  in stiferite class SK.

  • Share