Archivio della categoria ‘EVENTI’

Le emissioni nella combustione di biomasse

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/181127 locandina instagram

Share

Edificio e riabilitazione edilizia

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/181127 locandina generale instagram

Share

NZEB Edifici a energia quasi zero

Share

Rapporto Italia del Riciclo 2017

Nel 2017 “L’Italia del Riciclo” giunge alla sua 8°edizione. Oggi questa pubblicazione costituisce l’unico Rapporto sul riciclo dei rifiuti nel nostro Paese e rappresenta una delle fonti a cui la Commissione europea fa riferimento per analizzare lo stato di evoluzione delle politiche di sostenibilità ambientali in Italia. Il 2017 segna, inoltre, i 20 anni dall’emanazione del Decreto Legislativo n. 22 del 5 febbraio 1997. Il capitolo di approfondimento, curato da Ecocerved, è stato quindi dedicato ad una riflessione sui cambiamenti intervenuti nel mondo del riciclo e delle imprese che in esso hanno operato negli ultimi 20 anni. La seconda parte del Rapporto, realizzata con la partecipazione attiva delle diverse filiere de riciclo, fornisce un quadro complessivo aggiornato sul riciclo dei rifiuti nel nostro Paese e individua le dinamiche europee e internazionali dei mercati dei materiali riciclati e le tendenze in atto, attraverso l’analisi dettagliata del contesto economico nazionale ed internazionale.

 

La partecipazione è gratuita. È richiesta l’iscrizione compilando il form online “Registrati”.

Per informazioni: info@susdef.it unire@associazione-unire.org

www.fondazionesvilupposostenibile.org

www.associazione-unire.org

Programma Convegno Presentazione Rapporto Italia del Riciclo 2017

Share

Sicurimparando, salute e sicurezza attraverso cibi e culture

Presentati all’Auditorium Vivaldi di Torino i risultati della quarta edizione del progetto Sicurimparando, promosso dal Comitato permanente Salute e sicurezza sul lavoro della Prefettura di Torino, di cui fa parte anche Sicurezza e Lavoro.

 

Un’edizione dedicata in particolare ai giovani migranti, che ha visto numerosi momenti formativi in quattro scuole torinesi (coinvolti 280 studenti di 14 classi) e la realizzazione di una mostra, allestita nelle sale espositive dell’Auditorium, sul tema “Arcimboldo 4.0: cultura, cibi, sicurezza e salute”.

 

Ha aperto i lavori Laura Ferraris, viceprefetto di Torino, che ha ricordato i 10 anni di attività del Comitato, che ha sempre operato anche in collaborazione con gli istituti scolastici del territorio: “Occasioni importanti per entrare in contatto con studenti e studentesse, investendo sul futuro”. Anche perché – ha evidenziato – negli ultimi anni in provincia di Torino si è registrato un trend tra 23 e 25mila incidenti sul lavoro all’anno.

 

È quindi intervenuto Valerio Fabio Alberti, direttore generale dell’Asl Città di Torino: “È un progetto importante per promuovere la salute, la sicurezza sul lavoro e la sicurezza alimentare, di cui vedremo gli effetti positivi nei prossimi anni. Consapevoli che l’alimentazione è un fattore fondamentale per la nostra salute”.

 

Tecla Riverso, dirigente dell’Usr – Ufficio scolastico regionale piemontese, ha rimarcato l’attenzione alla formazione dei docenti nel corso del progetto, fondamentale dal punto di vista preventivo.

 

Maria Rosaria Sardella, della Direzione regionale Inail Piemonte, ha ribadito la missione dell’Inail: “garantire la tutela integrale del lavoratore, anche con la diffusione di una cultura del lavoro, iniziando sin dalle Istituzioni scolastiche e coinvolgendo anche i migranti”.

 

Il coordinatore del progetto Sicurimparando, Michele Garufi, della Prefettura di Torino, ha ringraziato l’Asl per avere finanziato il progetto, che si è sviluppato tra 2015 e 2017, con l’obiettivo di coinvolgere alcune tra le scuole torinesi con la maggior presenza di migranti, utilizzando cibo e alimentazione come occasione di confronto e promozione di salute e sicurezza: Regio Parco (istituto capofila dell’iniziativa, coordinata dalla professoressa Concetta Mascali), Birago, Quintino Sella Aalto Lagrange e Ilaria Alpi.

 

Sono intervenuti anche Marco Grisafi, medico del lavoro dell’Asl, e Isabella Bruschi, docente dell’Università di Torino, che hanno condotto la formazione nelle scuole. Per Sicurezza e Lavoro ha partecipato il direttore Massimiliano Quirico.

 

Sempre sul tema della promozione della cultura della sicurezza, continuano le tradizionali attività di Sicurezza e Lavoro del progetto “A scuola di Sicurezza”, rivolte prevalentemente a studenti e docenti degli istituti superiori e dei centri di formazione professionale di tutto il Piemonte, in collaborazione con il Cesedi (Centro Servizi Didattici) della Città Metropolitana di Torino. Possibilità di avviare anche percorsi di alternanza scuola/lavoro e visite presso aziende. Per richiedere uno o più interventi gratuiti: contatti@sicurezzaelavoro.org

 

Torino, 17 novembre 2017


Contatti:

 
Massimiliano Quirico
direttore Sicurezza e Lavoro
tel. 339/412.61.61
www.sicurezzaelavoro.org

Share

Conferenza nazionale Obiettivo 2030

Rinnovabili ed economia circolare per cambiare il futuro

Organizzata da Legambiente, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, in partenariato con Cobat, la tre giorni prevede incontri con esperti di settore, giornalisti specializzati e docenti universitari. Un’occasione di confronto tra istituzioni, mondo della ricerca e imprese sui temi dei cambiamenti climatici, della mobilità sostenibile e delle fonti rinnovabili.

FORUM “QUALENERGIA?” Roma – 28 – 29 novembre 2017
LEGGI IL PROGRAMMA

Per registrarsi cliccare qui e compilare il modulo

FORUM “QUALEMOBILITA’?” Roma – 30 novembre 2017

LEGGI IL PROGRAMMA

Per registrarsi cliccare qui e compilare il modulo

Camera di Commercio di Roma – Sala del Tempio di Adriano – Piazza di Pietra (Come arrivare)

La partecipazione è gratuita, la documentazione del Forum sarà garantita ai primi 250 iscritti

Info: http://www.forumqualenergia.it
forum@lanuovaecologia.it

Share

Presentazione del volume Milano capitale del Moderno

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/171124 pirelli

Presentazione del volume Milano capitale del Moderno
al Belvedere E. Jannacci del Palazzo Pirelli, via Fabio Filzi 22, Milano
1 dicembre 2017 dalle ore 11.30 alle ore 17.30

Venerdì 1 dicembre 2017 grandi nomi dell’arte, dell’architettura e del design per la presentazione al Belvedere E. Jannacci del Palazzo Pirelli del volume Milano capitale del Moderno, per i tipi di Actar Publishers, che raccoglie gli esiti delle mostre e dei convegni del Padiglione Architettura a cura di Lorenzo Degli Esposti in Expo Belle Arti di Vittorio Sgarbi, con la direzione artistica di Giovanni Lettini e Sara Pallavicini e il coordinamento generale di Sauro Moretti, programma di Regione Lombardia in collaborazione con la Triennale di Milano ospitato al Pirelli durante l’Expo 2015.

 

Alle ore 11.30 iniziano i lavori con la presentazione del progetto editoriale a cura di Lorenzo Degli Esposti, a seguire conferenza di Vittorio Sgarbi e alle ore 13.00 intervento di Giovanni Chiaramonte, con successiva tavola rotonda con fotografi coinvolti nella pubblicazione (Matteo Cirenei, Marco Menghi, Maurizio Montagna, Maurizio Petronio, Giada Ripa, Isabella Sassi Farias, Daniele Zerbi), moderata da Maddalena d’Alfonso.

 

Alle ore 14.00 Francesca Balena Arista in dialogo con Francesco Faccin sul design etico, a seguire Elisa Cristiana Cattaneo in dialogo con Andrea Branzi sui nuovi territori del landscape urbanism e Davide Borsa in dialogo con Carlo Bertelli su alcuni casi milanesi di architettura e allestimento. Alle 15.30 intervento di Lorenzo Degli Esposti sulla Milano capitale del Moderno e, a conclusione dei lavori della giornata, tavola rotonda con Marco Biraghi, Maria Vittoria Capitanucci, Ernesto d’Alfonso, Lorenzo Degli Esposti, Luca Molinari, Angelo Torricelli, Daniele Vitale su architettura e progetto urbano moderno a Milano.

 

Programma completo: http://www.padiglionearchitettura.it/ita/milanocapitale.html

 

per informazioni: info@padiglionearchitettura.it

evento FB convegno: https://www.facebook.com/events/303002733437127/

 

Ingresso previa iscrizione gratuita inviando e-mail a: info@padiglionearchitettura.it

fino ad esaurimento dei posti disponibili. La permanenza al Belvedere può essere limitata a una o più conferenze a discrezione del partecipante. In caso di capienza massima raggiunta, la salita al Belvedere sarà regolata in funzione del deflusso.

Share

Padiglione Italia – Expo 2015

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/150507 intesa 560

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/150507 intesa 560

Mapei ha contribuito alla realizzazione di oltre 65 opere tra padiglioni, cluster e opere complementari fornendo i propri prodotti a clienti e imprese. È inoltre presente in molti progetti Fuori Expo, con la fornitura di prodotti o con le sponsorizzazioni. 

Share

Bidiversity Park a Expo 2015

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/150507 image 4

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/150507 image 4

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/150507 expo1

Share

L’Albero della Vita – Expo 2015

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/150507 albero della vita

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/150507 albero della vita

L’Albero della Vita , una struttura in acciaio ricoperta di legno posizionata al centro della Lake Arena. Mapei è sponsor del Consorzio Orgoglio Brescia ai fini della realizzazione dell’Albero, di cui ha contribuito a realizzare il basamento fornendo prodotti per impermeabilizzare e sigillare il supporto e per posare e fugare le pietre naturali che lo rivestono.

Share

Milano Capitale del Moderno EXPO 2015

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/150507 invito mozzoni 05 05 2015

/web/htdocs/www.prog res.it/home/blog/wp content/uploads/150507 invito mozzoni 05 05 2015

Share

Bologna Water Design 2014

bolognaIn concomitanza con il Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno, il cuore storico di Bologna torna a pulsare per presentare una nuova ed emozionante edizione della kermesse che celebra, con originalità e sensibilità, il binomio acqua e design.
‘Vetrina’ di Bologna Water Design 2014, sarà, ancora una volta, uno dei luoghi più affascinanti nel centro della città: l’Ex Ospedale dei Bastardini, il meraviglioso Palazzo del XVI secolo situato in via D’Azeglio.
Bologna Water Design, che nelle precedenti edizioni ha visto coinvolti alcuni tra i più importanti progettisti internazionali come Mario Bellini, Aldo Cibic, Mario Cucinella, Michele De Lucchi e Kengo Kuma, metterà in scena anche quest’anno emozionanti installazioni e originali progetti realizzati da Francesco Binfarè, Sergio Brioschi, Diego Grandi, Daniel Libeskind, Studio Irvine e, come sempre, anche da un folto gruppo di giovani talenti, quali Alhambretto e Padiglione Italia.
Tutti i progetti interpreteranno il tema dell’acqua con creatività e sensibilità, lungo un fil rouge che va dall’arredo bagno, alla cucina e alla decorazione delle superfici, fino alle installazioni più ambiziose e suggestive, realizzate grazie alla collaborazione di aziende leader nel loro settore merceologico, come ANTRAX IT, B&B ITALIA, BOFFI, CIICAI, FONTANA ARTE, GEBERIT, LEA CERAMICHE, LIVING DIVANI, POZZI-GINORI e ZUCCHETTI.KOS.

Appuntamento: 22 – 27 settembre 2014
Ex Ospedale dei Bastardini, via D’Azeglio nel centro di Bologna
+ info: www.bolognawaterdesign.it/2014/

Fonte: Professionearchitetto

Share

Per la prima volta in Italia: Architect@Work

architect_et_work_420x270A seguito dell’eccezionale successo in Belgio (Kortrijk e Liegi), Paesi Bassi (Rotterdam), Francia (Parigi, Marsiglia, Lione, Nantes), Germania (Düsseldorf, Stoccarda e Berlino), Inghilterra (Londra), Svizzera (Zurigo) e Lussemburgo, ARCHITECT@WORK continua la sua espansione europea raggiungendo finalmente l’Italia, dove la prima edizione si svolgerà il 19 e 20 novembre 2014 al MiCo – Fiera Milano Congressi dalle 13:00 alle 20:00.
Grazie all’originale formula e al grande focus sull’innovazione, ARCHITECT@WORK è un evento unico nel suo genere. Prima di tutto colpisce l’aspetto esteriore della manifestazione. Tutti gli espositori – produttori o distributori di materiali, prodotti e servizi per la costruzione – dispongono di stand uniformi allineati in uno spazio accogliente e moderno, con salottini e zone lounge, catering di qualità e in generale un’atmosfera informale di vero e proprio forum con i visitatori. Soltanto architetti, designer, ingegneri e altri professionisti del settore vengono invitati a visitare l’evento, tramite un sistema di preiscrizione personalizzato.
Oltre alla forma originale di queste giornate di incontro, il fattore decisivo per il successo di ARCHITECT@WORK rimane comunque nei contenuti, in particolare il focus sull’innovazione. Ad ARCHITECT@WORK è possibile presentare soltanto prodotti lanciati da poco e nuovi rispetto all’offerta precedentemente sul mercato. Tutte le domande di partecipazione vengono sottoposte all’attenzione di un comitato tecnico costituito da architetti e architetti d’interni. Il comitato seleziona i prodotti esclusivamente in base alla loro reale natura innovativa rendendo così ARCHITECT@WORK un evento di assoluto interesse.

Fonte: Archinfo.it

 

 

Share

Conversion plus

conversionConversion+ è un festival annuale che indaga le strategie di riuso del paesaggio urbano affetto da fenomeni di abbandono, dismissione e sottoutilizzo.
Lo scenario di crisi – politico/economico/istituzionale – apre interrogativi sulla sostenibilità di modelli di sviluppo per le città che impiegano l’espansione insediativa come carburante prevalente per la sussistenza dei modelli urbani. Questo trend di crescita perpetua della produzione edilizia ha determinato un totale disallineamento tra domanda e offerta abitativa, lasciando dietro di sé nel tessuto urbano numerosi oggetti, simili ad atomi che nel tempo hanno perso la carica che conferiva loro stabilità – la propria funzione –e oggi sono elementi instabili ma fortemente reattivi, pronti per essere riconvertiti a nuove funzioni.
Conversion+ ha l’obiettivo di costruire scenari sulla riattivazione dei frammenti di paesaggio urbano – gli ioni latenti nella città contemporanea – che hanno subito, negli ultimi decenni, fenomeni di abbandono, di dismissione, o che siano rimasti incompiuti.
Conversion+ è un festival itinerante a cadenza annuale che indaga i fenomeni di trasformazione del territorio contemporaneo attraverso pratiche interpretative collettive e transdisciplinari.
Il festival dell’edizione 2014 (1-14 Settembre) si svilupperà con azioni e progetti site-specific nella città di Bari. Durante le due settimane di durata dell’evento, nella Sala Murat, le quattro sezioni del festival ( urban exploration, workshop, talk, open exhibition, si intersecheranno per costruire delle letture collettive e transdisciplinari del consistente patrimonio in abbandono potenzialmente riutilizzabile presente nella città di Bari; indagare le strategie progettuali e i processi di riattivazione innovativi legati alle tematiche del riuso in Italia e nel mondo; elaborare progetti di riuso, a scala urbana, architettonica e di dettaglio, per edifici inutilizzati presenti nel territorio barese.
Il festival si apre con un’esplorazione urbana aperta ai partecipanti dei workshop e a tutta la cittadinanza seguendo le rotte punteggiate dai casi emergenti di abbandono del paesaggio urbano. Con smartphone e tablet e attraverso i social network, i ‘flâneur occasionali’ potranno condividere i contenuti geotaggati (foto, video, scritti) relativi alla passeggiata collettiva.
Workshop
Nella prima settimana del festival si terranno tre laboratori paralleli che indagheranno il fenomeno dell’abbandono del paesaggio urbano attraverso differenti tecniche interpretative
Architettura
Sei gruppi di partecipanti coordinati da tre tutor saranno invitati a elaborare progetti di riuso, a scala urbana, architettonica e di dettaglio, per edifici inutilizzati presenti nel territorio barese.
Fotografia
Un gruppo di partecipanti coordinato da un tutor fornirà una lettura del patrimonio edilizio abbandonato attraverso la fotografia.
Audiovideo/arte relazionale
Un gruppo di partecipanti coordinati da un tutor produrrà un contributo che documenti il fenomeno dell’abbandono attraverso tecniche ibride audiovisuali legate al contesto e alle comunità locali.
Talk
A chiusura delle giornate di laboratorio, e nella seconda settimana del festival si apriranno dei talk pubblici centrati sui temi delle politiche innovative sul riuso del patrimonio edilizio inutilizzato, sulle azioni della cittadinanza attiva riguardo la riattivazione degli immobili in abbandono e sulle visioni proposte nei workshop.
Open exhibition
In aggiunta ai materiali prodotti dai laboratori, nella mostra saranno presenti contenuti che indagano il carattere multiforme dell’abbandono del paesaggio urbano, con focus legati ai processi innovativi; alle strategie ricorrenti nel progetto di architettura; alla geografia complessa del fenomeno di abbandono del contesto territoriale barese; ai risultati del concorso tenutosi nell’edizione 2013 del festival, con la call di photogeotagging e la mappatura collettiva degli spazi in dismissione in Italia e nel mondo.

Fonte: Conversion Plus

Share

Architettura, design e arte a Carrara Marble Weeks 2014

h_40257_01Si è aperta venerdì 27 giugno la nuova edizione di Carrara Marble Weeks, la kermesse, ideata dagli architetti Paolo Armenise e Silvia Nerbi, dedicata ad Architettura, design e arte. L’iniziativa, sempre aperte alle diverse contaminazioni, sarà scandita fino al prossimo 7 settembre da un ricco programma di retrospettive, installazioni e incontri.

Tra le mostre appena inaugurate quella di Angelo Micheli, architetto e designer  partner delloStudio De Lucchi, dal titolo “11 11 11”: la Chiesa delle Lacrime ospita 33 piccole sculture (undici cipressi, undici capre, undici parti di corpo), delle quali 31 realizzate in legno e due in marmo di Carrara.

Lo Spazio Palazzo Corsi e il Garage Corsi di Corso Rosselli, ospitano “40X40” Osmosiche vedono protagonisti Paolo Ulian con Moreno Ratti ed Eliana M. Lorena. La prima consiste nella proposta di riuso della marmetta artigianale 40×40, in linea con l’impegno ‘etico’ di Paolo Ulian, che con Moreno Ratti sperimenta tecniche di lavorazione che non producono scarti di materiale; il progetto espositivo Osmosi di Eliana M. Lorena, che da giovanissima ha collaborato con Cini Boeri a Sottsass, indaga la porosità del materiale, raccontando i suoi 40 anni di idee e progetti.

Da non perdere l’incontro del 4 luglio fra Achille Bonito Oliva e l’architetto Marco Casamonti, dal titolo Marmo tra arte e architettura, in programma alle ore 18.00 presso la Sala della Camera di Commercio di Carrara; e le sette installazioni in città realizzate da note aziende del comparto lapideo, che ogni anno trasformano il centro storico di Carrara in un museo diffuso dell’arte del design fino al 7 settembre.

Fonte: Archiportale

Share

14. Mostra di Architettura – Fundamentals

biennApertura al pubblico dal 7 giugno al 23 novembre 2014
30 | 04 | 2014
direttore Rem Koolhaas

Sarà aperta al pubblico da sabato 7 giugno adomenica 23 novembre 2014, ai Giardini della Biennale e all’Arsenale, la 14. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo Fundamentals, diretta da Rem Koolhaas e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta. La vernice ha luogo nei giorni 5 e 6 giugno, la cerimonia di premiazione e di inaugurazione si svolgerà sabato 7 giugno 2014.

La Mostra è affiancata da 65 Partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia.
Sono 10 i paesi presenti per la prima volta: Costa d’Avorio, Costa Rica,Repubblica Dominicana, Emirati Arabi Uniti, Indonesia, Kenya, Marocco, Mozambico, Nuova Zelanda e Turchia.

Il Padiglione Italia in Arsenale, organizzato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con la PaBAAC – Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee – è curato quest’anno da Cino Zucchi con una mostra dal titolo Innesti/grafting.

Sono 22 gli Eventi Collaterali ufficiali ammessi dal direttore e promossi da enti e istituzioni internazionali, che allestiscono le loro mostre e le loro iniziative in vari luoghi della città.

Fonte:  La Biennale

Share

Solarexpo, via da domani alla 15esima edizione

okApproccio multi tecnologico per la mostra convegno in programma a Fiera Milano fino al 9 maggio

Inizia domani la quindicesima edizione di Solarexpo – The Innovation Cloud, la piattaforma espositiva internazionale dedicata a tutte le tecnologie energetiche innovative che sarà presente a Fiera Milano fino a venerdì 9 maggio.
L’esposizione sarà dedicata a tutte le tecnologie energetiche low carbon e alla loro ‘ibridazione’: dalle rinnovabili elettriche alle tecnologie per lo storage e le smart grid, dalla mobilità elettrica alle smart city, dalle rinnovabili termiche all’efficienza energetica in edilizia.

Secondo Luca Zingale, direttore scientifico di Solarexpo – The Innovation Cloud, anche quest’anno i fattori chiave del successo dell’evento saranno la specializzazione, l’approccio trasversale a tutte le tecnologie energetiche innovative e la loro integrazione, l’internazionalizzazione e i contatti di qualità.

La manifestazione, ha aggiunto Zingale durante la presentazione dell’evento, punta a sostenere le imprese anche nella loro proiezione internazionale, ma è anche la sede ideale per comprendere le tendenze in atto, condividere e rielaborare nuovi modelli di business e fare networking.

The Innovation Cloud, ha concluso Zingale, corrisponde appieno all’esigenza delle imprese del fotovoltaico di guardare con decisione all’integrazione fra tecnologie innovative, ma anche di incoraggiarle nella difficile fase di transizione dopo la fine della stagione degli incentivi.

Fonte: EdilPortale

Share

Parco della Musica: torna il Festival del Verde e del Paesaggio

h_39216_01In arrivo 1 km di esposizione di giardini sperimentali, installazioni e design outdoor

Dal 16 al 18 maggio fa ritorno l’appuntamento tanto atteso dagli appassionati di verde e architettura del paesaggio: è in arrivo la quarta edizione del Festival del Verde e del Paesaggio, organizzato negli spazi del Parco Pensile dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Volgono al termine i preparativi per l’allestimento di un chilometro di esposizione tra giardini sperimentali, installazioni, arredamento e design da esterni, artigianato, arte contemporanea, spazi e laboratori a tema dedicati ai bambini.

L’itinerario, che accoglie ogni anno oltre un milione di visitatori, offre per tre gironi la possibilità di ammirare non solo le specie più rare e più belle dei migliori vivai italiani, ma anche di curiosare tra le ultime tendenze del verde e del design outdoor del Garden Show, e di scoprire le proposte delle numerose iniziative presviste durante il Festival, tra cui le sperimentazioni delle Follie d’Autore, gli allestimenti di Avventure creative e le proposte di Balconi per Roma.

Come ogni anno il Festival del Verde e del Paesaggio assegna un premio per ogni sezione (7 sculture originali raffiguranti un albero, simbolo del paesaggio e della natura), consegnato da una giuria di gironalisti, esperti del settore e appassionati, e anima la già suggestiva location del Parco Pensile grazie ad installazioni d’arte, performance musicali e teatrali, corsi di giardinaggio, aperitivie pic-nic.

Share