Articoli relativi a ‘Nottingham’

Nottingham si muove con tram elettrici e piste ciclabili

Famosa oltre che per il suo leggendario sceriffo (colui che dava la caccia Robin Hood) , ora si distingue anche per la sua ecosostenibilità, può vantare infatti il titolo di città meno auto-dipendente di tutta la Gran Bretagna. Questo grazie alla sua rete di autobus e tram che insieme a un gran numero di piste ciclabili e a un’avversione per i grandi shopping-center nei sobborghi, hanno convinto gli abitanti a utilizzare il meno possibile la macchina, preferendo mezzi alternativi, tra cui trasporti pubblici e la bicicletta quando proprio non è possibile ricoprire i percorsi con le proprie gambe.
Nell’ultimo decennio la città di Robin Hood ha fatto importanti investimenti in 50 chilometri di piste ciclabili,  tram elettrici e un vasto servizio di bus urbani. La creazione di vasti centri commerciali lungo la cintura di periferia è stata scoraggiata, a differenza di tutte le altre città. Il successo di Nottingham deriva dalla capacità di aver saputo offrire alla gente un’alternativa valida ai trasporti privati. Londra segue al secondo posto della graduatoria per la minore dipendenza dalle automobili. La sua metropolitana trasporta 4 milioni di persone al giorno, con gli autobus che portano altri 3 milioni; è stato inoltre introdotto un valido servizio di biciclette a noleggio dislocato per l’intera città. Al terzo posto Brighton, e al quarto Manchester.

Fonte: BlogEcologia

Share

Nottingham città modello: tram elettrici e piste ciclabili

Famosa oltre che per il suo leggendario sceriffo (colui che dava la caccia Robin Hood) , ora si distingue anche per la sua ecosostenibilità, può vantare infatti il titolo di città meno auto-dipendente di tutta la Gran Bretagna. Questo grazie alla sua rete di autobus e tram che insieme a un gran numero di piste ciclabili e a un’avversione per i grandi shopping-center nei sobborghi, hanno convinto gli abitanti a utilizzare il meno possibile la macchina, preferendo mezzi alternativi, tra cui trasporti pubblici e la bicicletta quando proprio non è possibile ricoprire i percorsi con le proprie gambe. Nell’ultimo decennio la città di Robin Hood ha fatto importanti investimenti in 50 chilometri di piste ciclabili,  tram elettrici e un vasto servizio di bus urbani. La creazione di vasti centri commerciali lungo la cintura di periferia è stata scoraggiata, a differenza di tutte le altre città. Il successo di Nottingham deriva dalla capacità di aver saputo offrire alla gente un’alternativa valida ai trasporti privati. Londra segue al secondo posto della graduatoria per la minore dipendenza dalle automobili. La sua metropolitana trasporta 4 milioni di persone al giorno, con gli autobus che portano altri 3 milioni; è stato inoltre introdotto un valido servizio di biciclette a noleggio dislocato per l’intera città. Al terzo posto Brighton, e al quarto Manchester.

Fonte: BlogEcologia

Share