Articoli relativi a ‘Pisa’

Condizioni dell’Acquedotto Mediceo Pisa-Asciano

L’Acquedotto Mediceo è un’opera di ingegneria della fine del Cinquecento/primi Seicento, che servì per portare l’acqua di Asciano, di ottime qualità minerali, fino alla città di Pisa, con un percorso di oltre 5 chilometri.

Fu Cosimo I de’ Medici a volere il progetto di un acquedotto in grado di rifornire la città di Pisa dell’acqua dei Monti Pisani. Si deve tuttavia al Granduca Ferdinando I la costruzione del lungo acquedotto che dal Bottino di San Rocco nella valle delle Fonti arriva sino alle mura di Pisa. Iniziato nel 1592 su disegno dell’architetto Raffaello di Zanobi di Pagno, a cui successe il senese Andrea Sandrini, comprendeva più di 900 archi e si snodava su un percorso di 6 chilometri.

Oggi, l’acquedotto si staglia nella campagna fra Asciano e Pisa, in gran parte ancora esistente, presenta però gravi problemi di conservazione, che possono determinare a breve danni irreversibili, specie in caso di terremoto.

Immagini riprese dal video del canale Youtube ‘sersaba‘.

Share

Concorso: realizza un murale a Pisa e vinci 5.000 euro

Il comune di Pisa ha lanciato un concorso che promuove l’immagine della città attraverso la realizzazione di un murale sulla facciata della residenza studentesca in via Francesco da Buti che abbia come tema: Temporaneità, incontro, creatività.
La realizzazione del murale si pone nell’ambito del circuito nazionale del GAI (Giovani Artisti Italiani) ed è una delle azioni previste dal progetto Tuttomondo: temporaneità e permanenza nel contesto Urbano. Il progetto mira alla creazione di una rete partecipativa tra Enti e Associazioni Culturali del territorio, in un’ottica di sviluppo e promozione dell’arte urbana. Tra le finalità specifiche di Tuttomondo, vi è la riqualificazione, sotto forma di applicazione artistica, di aree del territorio urbano rimaste al margine del contesto di valorizzazione, ovvero aree che per ragioni di varia natura risultino degradate, zone buie della città. Considerato anche il processo di riqualificazione sia sul piano urbanistico che su quello architettonico in atto nell’area deputata all’intervento, il concorso risponde proprio alla finalità specifica individuata dal progetto. La finalità dell’Amministrazione Comunale è quella di promuovere la creatività giovanile, offrire momenti di partecipazione e di visibilità agli artisti emergenti, dando continuità e fungendo da coordinamento di esperienze di questo tipo in essere sul territorio nazionale.
Il concorso è aperto a:
– giovani in età compresa tra i 18 e i 35 anni residenti sul territorio nazionale
– gruppi di partecipanti i cui componenti dovranno essere tutti di età compresa tra i 18 e i 35 anni e
residenti sul territorio nazionale.
All’artista o al gruppo di artisti che risulterà vincitore sarà corrisposto un premio di 5mila euro. Le idee progettuali dovranno pervenire entro il prossimo 10 settembre 2010.

Fonte: Archiportale

 

Share

L’eco-ospedale di Cisanello: riscaldato da un giacimento geotermico

Pisa: a una profondità di 600 metri a est della città, c’è un giacimento geotermico di acqua a 50° di temperatura, individuato dopo una ricerca di Cnr ed Enel ed è al centro di un progetto ambizioso: riscaldare l’ ospedale di Cisanello, una delle strutture sanitarie più prestigiose d’Italia che entro l’anno raddoppierà la sua volumetria per dare energia ad alcune strutture universitarie che sorgeranno vicino all’ospedale. Saranno usate nuove tecnologie che consentiranno di sfruttare il bacino senza alterarne la struttura – e dunque provocare danni alla falda – e produrre energia pulita a emissioni zero. Secondo il presidente della commissione Sanità della Regione Toscana, Fabio Roggiolani, il progetto di Pisa è al centro di un piano regionale per rendere energicamente ecologica l’intera sanità toscana. Un sistema a ciclo chiuso, in funzione in più di trenta nazioni, ma non in Italia. Fonte: Il Corriere della sera

Share

Pisa: capitale italiana delle nuove energie green

Pisa, capitale italiana delle nuove energie greenE’ Pisa la citta’ vincitrice del Klimaenergy Award 2010, premio assegnato a Bolzano per miglior progetto energetico e riservato ai comuni e alle province italiani.
La citta’ della torre e’ tra i comuni compresi fra 20 mila e 150 mila abitanti la capitale della green Energy.
Ricerca, universita’ e voglia di innovazione. Sono questi gli ingredienti che nel giro di pochi anni hanno trasformato la citta’ toscana in una vera e propria citta’ verde
sottolinea il comune di Pisa, una citta’ che sul suo territorio puo’ contare su una delle piu’ prestigiose universita’ italiane, una scuola di eccellenza come la Normale che insieme a Sant’Anna, CNR e Centro studi dell’Enel, rappresentano il meglio della ricerca italiana sull’energia rinnovabile e a basse emissioni.
In questi anni Pisa ha fatto una scelta precisa: puntare sulle energie rinnovabili e a bassa emissione
– sottolinea il sindaco della citta’ toscana, Marco Filippeschi – il che significa ricerca, fortemente presente qui in citta’, ma anche applicazioni concrete, come il campo solare dei Navicelli, il piu’ grande campo di pannelli fotovoltaici della Toscana. Sono convinto che Pisa possa diventare, e forse in parte lo e’ gia’, un punto di riferimento nazionale per tutti i Comuni che vogliono investire in questa rivoluzione verde. Oggi qui stiamo sperimentando e realizzando quello che fino a qualche anno fa sembrava fantascienza e l’obiettivo e’ duplice: salvaguardare le risorse ambientali del nostro territorio e allo stesso tempo rilanciare lo sviluppo economico, facendo innovazione e creando posti di lavoro.

Fonte: Ansa

Share

Stazione Radiografica Marconi Coltano – Pisa

Nel 1903 inizia la storia del centro radio di Coltano, con l’approvazione del Governo Italiano della costruizione della stazione radiotelegrafica. Nel novembre 1911 venne inaugurato l’Impianto alla presenza del Re e di Marconi con i primi collegamenti con Massaua e Mogadiscio.

Dal 1919 al 1924 venne impiegato dalla Regia Marina per estendere le comunicazioni alle imbarcazioni in navigazione in Vlf (16-18 khz), grazie anche ad un ampliamento delle antenne. Fu infatti nel 1920 che venne realizzata un’ampia antenna “a tenda” di 240 metri di lato, retta da piloni alti 250 metri.

Il Centro, che fino al 1940 veniva regolarmente impiegato per comunicazioni con tutto il mondo, vide distrutte completamente le antenne durante la seconda guerra mondiale, mentre la Palazzina Marconi subì solo minimi danni; tuttavia le antenne non vennero mai più ricostruite, e le strutture non vennero più riutilizzate.

Dal 1952 lo spazio adiacente al centro radio è stato utilizzato dalla Rai per impiantare due trasmettitori ad onde medie per servire la zona di Pisa.

La stazione Radiografica è oggi in uno stato di profondo degrado occorrono quindi risorse per effettuarne il recupero. Attualmente la Stazione Marconi è di proprietà demaniale. Il Comune di Pisa ha intenzione di restaurarla e trasformarla così nel “Museo della Radio” attraverso un progetto di collaborazione con l’Università.

Video rintracciabile sul canale Youtube ‘Marcofilippeschi1‘.

Share

Pisa, luglio 2010: Green City Forum

Il Forum Green City Energy nasce dall’esigenza di rendere evidenti i cambiamenti che le città stanno vivendo, mettendo in risalto il modo in cui la produzione e l’utilizzo delle nuove energie possano migliorare la qualità di vita dei cittadini, creare uno sviluppo sostenibile delle attività produttive e generare nuove opportunità di crescita del settore della green economy.
Pisa e l’area Pisana rappresentano un polo di eccellenza a livello nazionale per lo sviluppo delle nuove energie e intendono mettere a fattor comune le loro esperienze avviando un processo di confronto con le altre best practices nazionali e internazionali. L’evento trova la sua naturale collocazione all’interno del contesto cittadino, presso il Palazzo dei Congressi di Pisa, nei giorni 1-2-3 luglio 2010. Per maggiori informazioni visita: AssoSolare

Fonte: IlSostenibile

Share