Articoli relativi a ‘prodotto’

Abito geek. Design eco per vestiti super tecnologici

Dopo i gioielli geek, realizzati da componenti elettronici di computer e lettori cd, la tecnologia si continua ad indossare!
E’ stato proposto all’ Austin’s Fashion Week, un vestito super tecnologico realizzato dal riciclo di cavi di un computer. L’idea è stata di una giovane stilista di nome Tina Sparkles. L’eco-stilista ha effettuato una ricerca riguardante lo smaltimento dei componenti elettronici dei computer, che spesso devono essere restituiti alle case produttrici una volta esaurita la loro utilità. Data la non chiarezza circa il processo di smaltimento, Tina ha deciso di lanciare una provocazione realizzando un abito coloratissimo, che potesse sensibilizzare sul tema del riciclo di questi rifiuti speciali. E’ stato chiamato Recycled Computer Wiring Dress – Supernova System ed è un vestito ecologico monospalla con un motivo geometrico disegnato ed una gonna a volant costituita da cavi di cablaggio arricciati.
Nel caso in cui l’abito geek vi fosse piaciuto e voleste imitare l’idea, evitate di distruggere il vostro computer! Tina Sparkles l’ha fatto per realizzare il suo primo modello, ma solo una volta che si era definitivamente rotto. Piuttosto potreste dare un’occhiata al suo blog per sapere qualcosa in più sull’abitino eco-tecnologico e su tante altre creazioni di Tina, come una gonna ottenuta dal riciclo di un libro, con tanto di istruzioni per il montaggio!
Fonte: ArchitetturaEcoSostenibile
Share

Biogrì: il barbecue a energia solare

Biogrì: il barbecue solareBiogrì è un’innovativo barbecue ecosostenibile funzionante esclusivamente ad energia solare. Non utilizza dunque fiamme dirette o indirette, piastre riscaldate, resistenze o altro, col vantaggio dunque di una cottura priva di fumi e particelle derivanti da combustione (come ad esempio avviene con i classici barbecue a legna o carbone). E’ dotato di un doppio dispositivo di rotazione grazie al quale si orienta verso il sole. La sola luce solare, opportunamente riflessa raggiunge temperature di 230-240°C, determinando la cottura dei cibi. Essendo facilmente trasportabile e non avendo bisogno di combustibili, è particolarmente adatto all’utilizzo in campeggi, pic-nic in campagna, boschi, al mare. Non ci sono pericoli di incendio in quanto privo di fiamme libere. Biogrì è un modello brevettato, ideato e realizzato in Italia. Per ulteriori informazioni su questa interessante innovazine ecologica vi invitiamo a consultare direttamente il sito www.biogri.com.

Fonte: BlogEcologia

Share

Eolico: la turbina senza pale che produce energia a basso costo

Una turbina eolica di nuova concezione, senza pale, potrà produrre energia a costi convenienti. Lo afferma l’azienda americana Solar Aero, che ha brevettato e sta sviluppando il nuovo modello di centralina eolica, denominata turbina Fuller, dal cognome dell’inventore. Secondo la società, considerando tutti i costi del suo ciclo di vita, la nuova turbina consentirà di produrre energia a circa 9 centesimi di euro al kWh: una cifra del tutto paragonabile a quella dell’elettricità oggi immessa in rete.
Il progetto è un’evoluzione di un modello brevettato nel 1913 dal geniale scienziato e inventore serbo Nikola Tesla. La tecnica consiste in una serie di sottili dischi metallici, impilati uno sull’altro ma separati da spazi vuoti. La loro disposizione è studiata in modo che quando il vento soffia in questi spazi, crea un movimento d’aria che aziona il movimento rotatorio dei dischi. L’energia meccanica del movimento è poi trasferita a un albero motore collegato ad un normale generatore. Secondo il brevetto depositato, il vantaggio principale della nuova turbina è che “grazie al disegno aerodinamico è efficiente a velocità del vento molto diverse, il che la rende più indicata rispetto alle turbine quelle tradizionali”. Ad esempio il piccole esemplare nella foto ha una potenza di 10 kw, secondo Solar Aero.
Un altro lato positivo dell’assenza di pale è la possibilità di installare le turbine su piloni più bassi rispetto a quelle tradizionali, o anche sui tetti degli edifici cittadini. Inoltre l’impatto paesaggistico sarà minore, così come non ci sono rischi di danneggiare gli uccelli in volo. Oltre che nell’energia eolica, il nuovo modello potrà essere utilizzato in campo geotermico, dove è un fluido riscaldato a muovere la turbina. Anche in questo caso il vantaggio sarà notevole: la turbina potrà funzionare a temperature più basse rispetto a quelle oggi in uso, e sarà quindi particolarmente indicata nei casi in cui la fonte geotermica non produce abbastanza calore per una turbina tradizionale.

Fonte: LaStampa

Share

Corky: il mouse eco-friendly

Un piccolo oggetto che consente di risparmiare tanto. Composto di sughero e plastica organica, Corky è totalmente riciclabile e, nonostante sia wireless, funziona senza pile (non male considerando che le pile sono tra i rifiuti più velenosi e il loro smaltimento è considerato un problema).
Corky è autosufficiente dal punto di vista energetico e non gli servono pile perché si ricarica attraverso il movimento sul tappetino e grazie ai click. Gli serve poco per funzionare, basta un micro sistema piezoelettrico per far accumulare l’energia cinetica generata dal movimento e trasformarla in energia elettrica. Il movimento sul tappetino, i click con il pulsante destro e con quello sinistro e perfino il movimento della rotellina faranno accumulare energia per il funzionamento. Corky ha partecipato alla Greener Gadgets Design Competition: la competizione newyorkese in cui si sfidano progetti di eco-design.

Fonte: ArchitetturaEcosostenibile

Share