Articoli relativi a ‘Solar Roadways’

Fotovoltaico: la strada che produce energia

I pannelli fotovoltaici potrebbero presto trovare nuovi spazi alternativi ai consueti tetti. Sono infatti allo studio, ormai da tempo, nuove interessanti ipotesi molto ambiziose e stimolanti, tra queste una delle più promettenti ci pare il cosiddetto asfalto fotovoltaico che permetterebbe a km di strade di produrre energia pulita.
L’idea è venuta alla società americana Solar roadways, ed è stata rilanciata da una intervista dell’autorevole rivista New scientist. Si tratterebbe di usare dei particolari pannelli solari per pavimentare le strade al posto di impiegare il comune asfalto. Si calcola che solo negli Stati Uniti la superficie totale di strade, autostrade e parcheggi sia superiore ai 100.000 chilometri quadrati, pari a quasi un terzo del nostro Paese. Solar roadways, supportata da un finanziamento dell’ente autostradale americano, sta quindi progettando a questo scopo dei pannelli fotovoltaici quadrati di 3,7 metri di lato, pari alla larghezza standard delle corsie stradali negli Stati Uniti. Calcolando un’esposizione al sole per una media di appena 4 ore quotidiane, ogni pannello, potrebbe comunque produrre 7,6 kwh al giorno. Questa energia potrebbe poi essere immessa nella rete oppure immagazzinata, sempre lungo le strade, magari per ricaricare le auto elettriche, risolvendo così un’altra annosa questione. Le potenzialità quindi sono immense, ma non mancano anche le difficoltà, la prima e forse più evidente è la necessità di realizzare pannelli che riescano a sopportare il passaggio degli automezzi. Altra questione è rendere la superficie dei pannelli adatta alla guida, infatti non possono essere troppo lisci per evitare pericoli per le vetture. La Solar roadways sta già studiando delle soluzioni e sarebbe ad un buon punto, il percorso non è facile, ma le potenzialità giustificano impegno ed investimenti ingenti.

Fonte: FotovoltaicoBlog

Share

L’asfalto fotovoltaico

Il Dipartimento dell’Energia degli StatiUniti ha finanziato un progetto che prevede la costruzione di un tratto autostradale costituito da pannelli solari. Si tratta di sostituire il vecchio manto stradale con un enorme pannello capace di sviluppare energia. Scott e Julie Brusaw basandosi sui consumi medi nordamericani, hanno calcolato che un miglio di strada a quattro corsie potrebbe fornire energia a più di 400 abitazioni, se si sostituisse l’asfalto della pavimentazione con moduli fotovoltaici Solar Roadways. I due hanno ottenuto 100mila dollari di finanziamento governativo per studiare e testare le strade fotovoltaiche. Le strisce sono illuminate da led incorporati nel manto stradale e possono fornire informazioni mutevoli, in caso di bisogno (corsie di emergenza, avviso di lavori in corso, rallentamenti per incidente…). I pannelli solari sono anche in grado di riscaldare le strade per evitare la formazione di ghiaccio, senza ricorrere a sali chimici (inquinanti e che richiedono una logistica non indifferente per essere resi disponibili al momento in cui sono necessari). La superficie di vetro dei pannelli e’ stata studiata per offrire aderenza alle ruote dei veicoli, anche in caso di pioggia. E’ impermeabile e resistente all’usura.

I problemi sono ancora tanti, sotto lo strato fotovoltaico vi è quello dei servizi, con il sistema dei cavi di telefono, web, TV, elettricità e altronon sono disponibili analisi sul ciclo di vita delle Solar Roadways, quindi non e’ chiaro in quanti anni venga ripagata l’energia necessaria alla produzione e allo smaltimento. Ma la direzione è quella giusta. Fonte Ecowiki

Share