Articoli relativi a ‘Spagna’

Spagna: da marzo prima fonte elettricità

L’energia eolica nel mese di marzo ha rappresentato la prima fonte di elettricità in Spagna, per la prima volta nella storia. Lo ha annunciato il gestore elettrico Ree.
I parchi eolici hanno coperto il 21% della domanda e raggiunto un record mensile con la produzione di 4.738 gigawatts, il 5% in più rispetto al marzo 2010, ha spiegato Ree in un comunicato. Le energie rinnovabili, di cui la Spagna è uno dei leader mondiali, complessivamente hanno fornito il 42,2% della domanda di elettricità, cifra tuttavia in calo rispetto al marzo 2010 (48,5%), mese che aveva registrato una forte produzione idraulica. Quest’ultima ha rappresentato il 17,3% della domanda nel marzo 2011, l’energia solare il 2,6%. Il nucleare ha fornito il 19% dell’elettricità e il carbone il 12,9%. Nel primo trimestre, le energie rinnovabili complessivamente hanno soddisfatto il 40,5% della domanda, di cui il 21% con l’eolica.
Con la produzione di energia eolica di marzo si potrebbe coprire il consumo elettrico mensile di un Paese come il Portogallo, ha dichiarato in un comunicato l’Associazione delle imprese eoliche (Aee). Questo storico record raggiunto dall’eolica dimostra che questa energia, oltre ad essere autoctona, pulita e sempre più competitiva, è già in grado di rifornire tre milioni di case spagnole, ha sottolineato il suo presidente, José Donoso. Secondo l’Aee, questo forte aumento dell’energia eolica è la principale ragione per la quale il 2010 è stato il primo anno in cui la Spagna ha esportato elettricità in Francia. La Spagna è stata nel 2009 il quarto produttore mondiale di energia eolica grazie ad una politica di sostegno attivo portata avanti negli ultimi anni.

Fonte: LaStampa

Share

Spagna: certificazione Leed a centro commerciale passivo

Il centro commerciale Zielo Shopping Pozuelo ha ottenuto il livello di certificazione Gold ai sensi del sistema di valutazione LEED per la categoria Core & Shell (CS) dell’ente statunitense per l’edilizia verde denominato Green Building Council.
Un bel traguardo per la Spagna. A renderlo noto, la società Hines Spagna, personalmente attiva dal 2008 nello sviluppo del centro progettato da Alberto Martín Caballero nel comune di Pozuelo de Alarcón, vicino alla capitale spagnola. Si tratta di un record, per il centro di Pozuelo, primo tra i centri commerciale ad ottenere la certificazione LEED Core & Shell di livello Gold. Già precedentemente pre-certificato come centro commerciale con livello di certificazione Silver, quella di oggi è una grande soddisfazione per coloro che hanno investito e lavorato su questo progetto, come traspare dall’intervento rilasciato da Jamie Rea, amministratore delegato di Hines per la Spagna, ha dichiarato: Siamo molto compiaciuti dell’ottenimento di questa certificazione che stabilisce un nuovo standard di riferimento per la sostenibilità per il settore della vendita al dettaglio in Europa. La certificazione sarà accolta con favore da acquirenti, locatari e futuri investitori. Inaugurato nell’ottobre 2009 e oggi sviluppato su una superficie di 16.000 metri quadrati, Zielo Shopping vanta un parco FVdotato di 726 pannelli, apparecchi a basso flusso per ridurre l’uso d’acqua, una percentuale del 91% dei rifiuti da costruzione nelle discariche, appositi spazi di parcheggio per biciclette e veicoli a basse emissioni e un’acquisto di elettricità 100% verde.

Fonte: Casa&Clima

Share

Svolta energetica: la Spagna esporta energia pulita in Francia

La Spagna chiude il 2010 come leader del rinnovabile: per la prima volta esporta in Francia la propria energia pulita. Il grande slancio dell’ elettricita’ verde, che ha fatto soddisfare il 35% della domanda spagnola dal settore idroelettrico, eolico e solare, e’ riuscito anche a supplire ai deficit energetici del Paese confinante. Lo riporta il Guardian sottolineando che le forti perturbazioni meteorologiche dell’ultimo anno hanno portato la Spagna ad assumere un ruolo importante nel settore dell’energia biocompatibile.
Nel 2010 l’energia eolica e’ aumentata del 18,5% e copre, dopo il picco del 43% di novembre, in media il 16% della domanda energetica del Paese. Ma non solo. Le forti piogge hanno fatto aumentare la produzione idroelettrica del 59% rispetto al 2009, mentre l’energia solare e’ in ritardo rispetto alle altre ”solo” del 3%.
Un panorama ”roseo” che ha portato per la prima volta nella storia la Spagna, abituata ad importare energia elettrica dalla Francia come punto di sosta verso Marocco, Portogallo e Andorra, ad esportare oltre i Pirenei la propria energia. Nell’ultimi anno la Francia non ha aumentato la propria capacita’ energetica, ed anche la portata di esportazione e’ diminuita – ha spiegato Luis Atienza, amministratore delegato della rete elettrica spagnola . Inoltre il settore ha anche risentito dei conflitti industriali che durante gli scioperi hanno costretto decine di centrali francesi a chiudere: la produzione spagnola e’ servita a colmare il deficit.

Fonte: Ansa

Share