Articoli relativi a ‘turismo sostenibile’

Vivitalia: da Legambiente, per un turismo più sostenibile

Si chiama Vivilitalia, la società di Legambiente nata il 14 marzo 2011 per la valorizzazione del Belpaese che mette a servizio d’istituzioni, enti locali e privati l’esperienza dell’associazione e la conoscenza del territorio per sviluppare un turismo sostenibile attento alle realtà più piccole d’Italia.
Vivilitalia si avvarrà dell’esperienza e competenza di altri due prestigiosi partner come SL&A, società che opera da 20 anni su ospitalità e turismo, accessibilità, ambiente, imprese ed economie locali e Extra, agenzia di comunicazione che propone percorsi di comunicazione integrati, originali e mai standardizzati.
Vivilitalia è presieduta da Sebastiano Venneri, vicepresidente nazionale di Legambiente. Giornalista pubblicista è stato per anni alla guida del settore Mare di Legambiente, si è occupato di Parchi e Aree Marine Protette, ha curato pubblicazioni come la Guida Blu, in collaborazione con il Touring Club e nel mondo ambientalista ha collaborato con le più importanti istituzioni italiane.
Vogliamo mettere a disposizione di amministratori locali e privati l’esperienza che abbiamo accumulato in questi anni nei territori della Piccola grande Italia – ha dichiaratoSebastiano Venneri-. Si tratta di luoghi marginali e spesso poco conosciuti, ma che hanno le caratteristiche per affermarsi nel panorama nazionale e internazionale come mete turistiche d’eccellenza e di qualità. Il turismo ambientale, sottolinea Legambiente, è oggi uno dei pochi settori turistici in forte ascesa sul quale si può puntare per scongiurare fenomeni di abbandono e marginalità di certe aree dove invece è possibile creare con efficacia microeconomie che assicurino futuro alla popolazione. I moltissimi piccoli comuni d’Italia, le Aree Protette e i Parchi, con i quali collaboriamo da anni – ha conclusoVenneri – sono i custodi di grandi tradizioni, eccellenze, qualità e bellezza, ma per apprezzarli vanno prima di tutto conosciuti e organizzati di conseguenza con competenze e professionalità adeguate. Vivilitalia lavorerà per questo.

Fonte: GreenNews

Share

Ecobiz Expo 2011: la Puglia è maestra d’ecologia nei Balcani

Aprire il mercato balcanico alle aziende impegnate nell’edilizia e nel turismo sostenibile, e nella produzione di energia pulita proveniente da fonti energetiche rinnovabili. Esportare la cultura ambientale della Puglia in quei paesi dell’Est che stanno muovendo i primi passi nel loro percorso ecologico. Questi sono gli obiettivi di Ecobiz Expo 2011, una manifestazione-vetrina per gli imprenditori pugliesi allestita dalla Fiera del Levante presso la fiera di Budva che si terrà dal 20 al 22 aprile.
La manifestazione prevede una serie di seminari e dibattiti incentrati sui temi ambientali; incontri diretti con rappresentanti delle istituzioni e imprenditori locali. Il Montenegro è la novità della Ecobiz Expo di quest’anno; nelle passate edizioni la manifestazione ha interessato soltanto Albania, mentre l”anno scorso la Macedonia. Il mercato montenegrino offre grandi opportunità in questo momento. Il paese, da dicembre 2010, è candidato ad entrare nell’Unione Europea e ha quindi bisogno di adeguarsi agli standard ambientali fissati dall’UE.
Ivan Mitrović, vicepresidente dell’unione degli imprenditori del Montenegro, ha spiegato che iI progetti ci sono ma mancano i finanziamenti, pertanto impanti di depurazione dell’acqua, di smaltimento dei rifiuti e di produzione di energia pulita rappresentano i principali bisogni ecologici in cui potrebbero trovare spazio gli investimenti dall’estero. Gli imprenditori pugliesi che volessero investire nei Balcani sono ulteriormente tutelati dall’accordo fra FIDIndustria Puglia e l’ Unione dei Datori di Lavoro del Montenegro. Per ulteriori informazioni: www.ecobizexpo.biz.

Fonte: BlogEcologia

Share