A Cipro residenze di lusso, ovviamente eco

22 Dicembre 2012

Il progetto nasce dalla precisa volontà della committenza di creare un gruppo di residenze in un’area suburbana vicino a Nicosia, Cipro, lungo il corso del fiume Pedieos.

La richiesta era di quattro unità unifamiliari di lusso con la specifica caratteristica di avere un’unica forma fluida. Questa richiesta è stata interpretata dallo studio Iosa Ghini Associati in modo tale che le quattro unità abbiano un comune denominatore e, contemporaneamente, possano avere ognuna una propria identità morfologica.

Nel progetto le tecnologie ecologiche hanno fondamentale importanza sia dal punto di vista passivo che attivo: i dispositivi attuati riguardano l’adozione di vetri camera basso-emissivi e l’integrazione in copertura di pannelli solarifunzionanti come deflettori, con possibilità di essere movimentati, per captare, durante la giornata, le radiazioni solari.

E’ previsto negli interrati l’utilizzo di sistemi di accumulazione idrica per il recupero delle acque meteoriche e un impianto di riscaldamento apellets (appositamente sviluppato per il progetto), con la possibilità di stoccaggio degli stessi e graduale re-immissione automatizzata del materiale per il riscaldamento durante i mesi invernali. L’involucro esterno è trattato con uno specialelegante fotocatalitico, a base cementizia, in grado di annullare gli effetti inquinanti della CO2 e contestualmente conservare nel tempo la purezza del bianco, la brillanza e le qualità estetiche iniziali.

La fotocatalisi è il fenomeno naturale, con molte affinità con la sintesi clorofilliana, per cui una sostanza, chiamata fotocatalizzatore, attraverso l’azione della luce naturale o artificiale, attiva un forte processo ossidativo che porta alla trasformazione di sostanze organiche e inorganiche nocive in composti assolutamente innocui. La fotocatalisi è quindi un acceleratore dei processi di ossidazione che già esistono in natura. Favorisce una più rapida decomposizione degli inquinantievitandone l’accumulo.

La progettazione integrata dell’interior e dell’involucro architettonico consente il controllo e la gestione dei materiali utilizzati: il guscio esterno dalla linea fortemente fluida consente la fusione armoniosa tra materiali contemporanei e tradizionali, come la pietra locale; la tipologia strutturale utilizzata permette di avere, all’interno, ampie superfici, totalmente prive di pilastri, ottenendo la massima libertà e flessibilità nell’interior design.

Questo modo di progettare è modulare, ripetibile, prefabbricabile anche in loco: si presta insomma anche a progetti più estesi, non solo a destinazione abitativa.

Il risultato estetico è di sicuro impatto, ma ancora più importante è la flessibilità di destinazione d’uso che un sistema simile può garantire.

In questo caso si tratta di abitazioni di lusso dove il lusso è offerto dalla apertura degli spazi, dalla fluidità dei percorsi, dall’inserimento naturale nell’ambiente esterno: non certo dal costo di costruzione.

Un nuovo concetto di lusso è quindi proponibile con questo tipo di architettura: il lusso della luce e dell’aria, della privacy e della natura in casa. Un lusso semplice, responsabile, elegante e corretto.

 

 

Fonte: http://gogreen.virgilio.it/news/speciali-rubriche/cipro-residenze-di-lusso-eco.html

error: Contenuto protetto