Capital Gate: quattro volte più pendente della Torre di Pisa

2 Maggio 2012

I lavori sono iniziati nel 2009 e termineranno quest’anno. Ha un’inclinazione di 18 gradi, quasi quattro volte superiore alla Torre di Pisa, ed è appena stato nominato dal Guinness World Record l’edificio più pendente al mondo. Si tratta del Capital Gate di Abu Dhabi, progettato dallo studio RMJM e di proprietà dell’ADNEC (Abu Dhabi National Exhibitions Company), il cui primato va ad aggiungersi a quello conseguito lo scorso gennaio dal Burj Khalifa come edificio più alto del mondo. La torre è alta 160 metri e ha in tutto 35 piani destinati ad accogliere uffici e un hotel a cinque stelle, lo Hyatt Capital Gate, con ristoranti, meeting rooms, reception, tea lounge, spa, centro fitness, piscina e terrazza esterna per un totale di 53.100 mq. I solai del Capital Gate sono sovrapposti verticalmente fino al 12° piano; fino alla cima vi è poi un graduale sfalsamento, da 30 a 140 cm, che da luogo all’impressionante inclinazione della Torre. L’edificio possiede anche altre caratteristiche tecnico-costruttive innovative, tra cui il primo utilizzo noto al mondo di un ‘nucleo pre-incurvato’, che contiene più di 15.000 mc di cemento armato rinforzato con 10.000 tonnellate di acciaio. Il nucleo, deliberatamente costruito un pò fuori centro nella direzione opposta a quella dell’edificio, è stato raddrizzato con l’aumentare dell’altezza della costruzione e posizionato in verticale con il variare del centro di gravità e con l’aumento di peso dei piani aggiunti. La struttura esterna è costituita da un fortissimo eso-scheletro, chiamato “the diagrid”, una maglia diagonale di acciaio che porta tutto il peso dei piani ed evita l’ingombro interno di pilastri o travi. Questa maglia è fissata a 490 pilastri la cui fondazione raggiunge i 30 metri di profondità. Ben 12.500 pannelli di vetro chiudono le 720 aperture, tutte diverse tra loro per inclinazione e curvatura.
La facciata è a doppio vetro per ottenere una maggiore efficienza energetica. L’aria di scarico è pre-raffreddata tra la facciata interna ed esterna in modo da ridurre il consumo energetico dell’edificio riciclando l’aria usata. Il vetro utilizzato sulla facciata della torre è a bassa emissività. È stato progettato per mantenere l’interno dell’edificio fresco ed eliminare i riflessi, pur mantenendo la trasparenza della facciata.
L’acciaio inossidabile ‘splash’ è un dispositivo di ombreggiamento che elimina più del 30% del calore del sole prima che raggiunga l’edificio, comportando un risparmio sulla necessità di raffreddamento all’interno dell’edificio.
Altri grattacieli che come in questo caso hanno utilizzato la tecnologia del ‘diagrid’ sono la Hearst Tower a New York e lo Swiss Re Buliding (‘La Gherkin’) a Londra entrambi di Norman Foster e la Nuova sede della China Central Television

Fonte: Archiportale

error: Contenuto protetto