Case prefabbricate: ecologiche, economiche, antisismiche

23 Dicembre 2012

La realizzazione di un sogno, quasi un’utopia. Unacasa a buon mercato, tendenzialmente più fresca d’estate e più facile da riscaldare in inverno. E poiecologica ed economica, bella, in cui sentirsi a proprio agio, in pace con se stessi e con il mondo. La casa prefabbricata conviene e, alla fine, conviene di più se è green. L’unico problema serio, l’unica variabile realmente discriminante, che rende questa soluzione non sempre utilizzabile sul nostro territorio, è la disponibilità di suolo edificabile, risorsa di regola rara e non certamente a buon mercato in un Paese già largamenteantropizzato e cementificato come l’Italia.

Escludendo il costo del terreno, quello per le fondazioni e le opere di urbanizzazione, il prezzo chiavi in mano di una casa prefabbricata ben fatta varia attualmente tra i 1.100 e i 1.400€ al metroquadro. Le case con l’anima di legno sono pronte in pochi mesi. Già tra le proposte standard (molto più convenienti rispetto a quelle personalizzate) dei principali costruttori e distributori non mancano ilay out esteticamente pregevoli, tendenzialmente non distonici in quasi tutti i tipi di contesti storico-architettonici, armonici con la natura ed il paesaggio italiano nelle sue vari sfaccettatureregionali.

Il cantiere dura una decina di settimane, sporca poco, il costo fissato all’inizio non si discosta da quello finale e poi, altro aspetto essenziale, una buona casa prefabbricata è intrinsecamente antisismica. Si tratta di un requisito fondamentale in un Paese come il nostro che è per larghissima parte del territorio soggetto a questo rischio. Nel caso di terremoti, il principio costruttivo ortogonale e la maggiore flessibilità e leggerezza dei materiali consentono un assorbimento più naturale delle spinte laterali, da qualunque direzione esse provengano. In situazioni di rischio sismico più accentuato, inoltre, si possono scegliere specialifondazioni ammortizzanti che azzerano o quasi ogni timore.

Solide e sicure, hanno migliori comportamenti anche in caso d’incendio. Al contrario di quelle in cemento, non sono soggette a umidità, infiltrazioni, muffe, non contengono amianto o formaldeide. Se sono pensate fin dall’inizio in un’ottica di sostenibilità (dalla presenza di pannelli fotovoltaici, all’utilizzo di soluzioni che fino nei dettagli sono meno energivore), le case prefabbricate garantiscono un risparmio energetico elevatissimo.

Le case prefabbricate – specie nelle varianti eco prese in considerazione – sono soggette alle stesse forme di “aiuto” e sgravio fiscale che valgono per tutti i lavori edilizi finalizzati al risparmio energetico. Il rispetto di criteri “ambientali” non è solo una promessa. Il legno è un materiale naturale e rinnovabile. L’energia necessaria per produrre tutto il materiale necessario è di gran lunga inferiore a quella richiesta dall’edilizia tradizionale. Le strutture sono montate e finite in loco utilizzando componenti realizzati in ossequio a precisi standard di sostenibilità. Vernici e colle, sono posate in fabbrica e sono in genere le meno venefiche in commercio.

Considerazione finale, consiglio utile qualunque scelta si faccia e più che mai in questo caso, è quello di affidarsi agli interlocutori giusti: solo così si ha la garanzia che l’utopia diventi realtà.

 

 

Fonte: http://gogreen.virgilio.it/news/speciali-rubriche/case-prefabbricate-ecologiche-economiche-antisismiche.html

error: Contenuto protetto