Crystal Island: sostenibilità nel cuore di Mosca

31 Ottobre 2012

Una superficie complessiva di oltre 2,5 milioni di metri quadrati,una vera e propria città nella città, che vedrà la luce nel2013 a pochi chilometri dal simbolo di Mosca, il Cremlino:Crystal Island diventerà l’edificio ecosostenibile più grande al mondo, capace di catalizzare gli sguardi per bellezza, dimensioni ed efficienza energetica.

Un progetto maestoso ideato da Norman Foster, dalla forma di vulcano con una punta alta ben 450 metri, realizzato spirale e ricco di terrazze-giardino utili a evitare le dispersioni termiche nel corso del gelido inverno russo.

Un gioiello di ingegneria e grandezza, che sarà in grado di ospitare al suo interno 30.000 abitanti, esercizi commerciali, alberghi, cinema, musei e un’enorme pista di pattinaggio sul ghiaccio.

Un secondo centro cittadino in grado di modificare profondamente lo skyline di Mosca e i parametri di efficienza energetica su larga scala: nel clima estremamente freddo, tipico delle terre russe, non basterà evitare solo la dispersione di calore, ma sarà necessario ricorrere alla climatizzazione artificiale, ottenuta, però, sfruttando l’energia derivante da fonti rinovabili, grazie a sistemi di generazione dell’energia a basso impatto ambientale come pannelli solari e turbine eoliche.

L’edificio sarà inoltre dotato di un’immensa copertura, progettata per far filtrare al meglio la luce solare e capace di aprirsi totalmente nel periodo estivo, quando il freddo concede un po’ di tregua e lascia spazio ai caldi raggi del sole.

Uno spettacolo architettonico e ambientale, che si spera essere a basso impatto anche in fase di realizzazione, una delle più delicate, specie quando si tratta di smaltire i materiali di scarto dei lavori. Sicuramente sarà un piccolo, grande capolavoro di efficienza energetica, unita alla bellezza monumentale delle sue dimensioni.

L’appuntamento è per il 2013, a Mosca, con l’edificio ecosostenibile più grande al mondo.

Fonte: next.liquida.it

error: Contenuto protetto