Halo Intersceptor, l’auto mutante del futuro

6 Novembre 2012

Avete presente la Batmobile o la macchina di James Bond?

Più che automobili, sono veicoli tuttofare, in grado di viaggiare in strada, ma anche sott’acqua, se non perfino di volare. Finora le abbiamo viste solo al cinema o in televisione.

Ora però c’è un designer inglese, Philip Pauley, che ha intenzione di trasformare questa fantasia cinematografica in un prototipo industriale, che magari un giorno sarà prodotto anche su vasta scala.

Il suo obiettivo è di creare il mezzo di trasporto del futuro: ibrido, resistente e velocissimo, visto che dovrebbe raggiungere una velocità di 500 chilometri all’ora. L’auto ha un nome molto suggestivo, Halo Intersceptor, ed è in grado di trasformarsi in aereo, elicottero o barca, semplicemente inserendo alcune parti aggiuntive di volta in volta.

Il prototipo, stando al video che ha diffuso Pauley, funziona un po’ come un Transformer e un po’ come la “Flying DeLorean” guidata dal Dottor Brown in Ritorno al futuro: la componente di base è l’abitacolo della macchina, definito dal designer “una USB a quattro posti che si può trasformare in qualsiasi veicolo al mondo” e che può raggiungere da 0 a 99 chilometri in 2,3 secondi.

A questo si possono aggiungere tre accessori: così Halo 120 trasforma l’auto in un piccolo jet privato che raggiunge i 25 piedi in un minuto e assomiglia a quegli aerei “Stealth” dell’esercito americano. Halo 46 invece riesce a convertirla in un elicottero a quattro posti (due piloti e due passeggeri). Con Halo 22 invece il veicolo diventa una barca da corsa dotata di doppio scafo.

Fonte: http://next.liquida.it

error: Contenuto protetto