Il cuore verde di Vancouver

17 Aprile 2012

Bioedilizia alle Olimpiadi di Vancouver

Il Canada e la British Columbia in particolare hanno sfruttato i Giochi Olimpici Invernali di Vancouver per dare una lezione al mondo su come si organizzano grandi eventi in chiave ecologica. Non tutti, ma alcuni dei loro risultati sono interessanti. Il comitato organizzatore ha stimato che un terzo delle emissioni di CO2 legate ai giochi sarà causato dall’edilizia, mentre i restanti due terzi sono a carico degli sportivi e dei turisti che voleranno fino a Vancouver. Il comitato farà qualcosa per azzerare la sua parte (100mila tonnellate), ma ne restano sempre altre 200mila in passivo. David Suzuki fa notare come all’ambiente siano destinati solo 15,6 milioni di dollari su un totale di 1,76 miliardi. Il programma culturale parallelo alle olimpiadi ha avuto il doppio dei finanziamenti. Il villaggio olimpico di Vancouver è dotato di tetti verdi, con pannelli solari e sistema di raccolta delle acque piovane per irrigazione. I 16 edifici residenziali rispettano gli standard del LEED Golden, e il centro comunitario è certificato Platinum. Il riscaldamento a pavimenti radianti è integrato con un sistema a recupero di calore, tutti i parcheggi sono collocati sotto il livello del suolo. Il Vancouver Convention Center ha un tetto verde grande come due campi da calcio e mezzo, su cui hanno trovato posto 400mila piante indigene che metteranno radici senza l’aiuto di fertilizzanti, pesticidi o erbicidi chimici di sorta. Le fondamenta, che pescano nelle acque del mare, sono state rese ospitali per gli organismi acquatici, ricreando un ambiente il più possibile naturale. Le acque marine sono usate anche per alimentare la pompa di calore del sistema di climatizzazione. Non soddisfatti di quanto sopra, alcuni atleti si sono impegnati personalmente per diminuire l’impatto ecologico nella loro disciplina, aderendo alla campagna “Play it cool” lanciata dalla Fondazione Suzuki e da The Climate Project Canada. La compensazione dell’impatto dei visitatori è lasciata alla buona volontà dei singoli. Approfondisci su liquida

error: Contenuto protetto