L’energia, da vele subacque

21 Ottobre 2012

Aquiloni sottomarini per generare energia.

Il governo inglese ci crede e ci mette i finanziamenti: il progetto si chiama Deep Green ed è stato ideato dalla societàMinesto.

La Carbon Trust, compagnia no profit voluta dal governo inglese per lo sviluppo delle energie rinnovabili, ha premiato l’idea con un assegno di 350.000 sterline, più di mezzo milione di euro.

Il progetto ha lo scopo di sfruttare le correnti marine, fenomeni che nascondono potenziali energetici enormi. Il Deep Green prevede l’installazione di una serie di aquiloni sul fondo marinonelle zone in cui gli spostamenti di acqua sono più consistenti. Ancorate alla roccia, le vele vengono manovrate con degli alettoni che fanno disegnare agli aquiloni un percorso ad otto. Attaccato alla struttura è stato inserito un rotore che, trascinato dalla vela, produce energia elettrica. Più il percorso viene compiuto velocemente più energia viene prodotta.

Gli ingegneri della Minesto hanno calcolato che ogni aquilone potrebbe produrre energia pari a 500 Kw.

Fonte: next.liquida.it

error: Contenuto protetto