Novara: al via primo festival architettura

4 Settembre 2013

Bellezza e riuso. Sono questi i due temi centrali del primo festival dedicato all’architettura che approderà a Novara dal 6 al 29 settembre.

conferenza festival architettura-2Oltre 40 eventi dedicati a tutta la cittadinanza, e non solo agli “addetti ai lavori”, per una manifestazione che vuole celebrare la città gaudenziana e l’arte raccontata dai suoi palazzi. Una manifestazione voluta e organizzata dall’Ordine degli Architetti delle province di Novara e Vco, insieme all’amministrazione comunale, con il contributo di enti pubblici e sponsor privati.

L’evento è stato presentato questa mattina, martedì 3 settembre, nella Sala dell’Arengo del Broletto. L’intenso programma della manifestazione si svolgerà in molti luoghi ed edifici della città, a partire proprio dall’Arengo del Broletto, vero fulcro della manifestazione, fino a Casa Bossi, passando per la Basilica di San Gaudenzio, il Castello Visconteo e la Biblioteca Negroni.

“Il ruolo dell’architettura nella costruzione di una città, di un paese – ha commentato il primo cittadino Andrea Ballarè – è un ruolo fondamentale. Ed è per questo che questa iniziativa assume una grande importanza: gli architetti sono osservatori del mondo a servizio della città. I temi fondamentali di questo grande evento saranno la bellezza e il riuso, riuso che è anche il filo conduttore di tutta la manifestazione”.

Il festival, NovarArchitettura, parte venerdì 6 settembre alle 18 con l’apertura ufficiale della manifestazione nel Salone dell’Arengo del Broletto. Si prosegue la stessa sera, alle 21 nell’auditorium del Conservatorio Cantelli, con il primo dei cinque incontri tenuti da architetti di caratura e importanza europea: si parte con Luigi Snozzi. Seguirà venerdì 13 Architetti Botticini De Applonia, preceduto da una lezione di Andrea Bruno; venerdì 20 settembre l’incontro sarà tenuto dagli architetti Iotti e Paravani, mentre il 27 da Pietro Derossi.

“Questo festival – ha commentato l’assessore alla Cultura Paola Turchelli – è un grande momento di cultura, in cui sarà possibile restituire il concetto di bellezza alla nostra città, perchè la nostra è una bella città. Non possiamo che dire grazie agli ideatori della manifestazione”.

Obiettivo della manifestazione è quello di avvicinare i cittadini alle tematiche dell’architettura e dell’urbanistica, oltre che rendere partecipe la popolazione del patrimonio architettonico di Novara e delle trasformazioni urbane in atto e in progetto.

“Non è un festival che può, da solo, cambiare una città – ha commentato l’assessore all’Urbanistica Marco Bozzola – ma questo può essere certamente un inizio”.

Saranno diversi, poi, gli appuntamenti collaterali. Tra questi, mercoledì 18 settembre, presso la Biblioteca Negroni, sarà presentato il volume “Rigenerazione urbana sostenibile (Ri.U.So) e le aree metropolitane”, a cura di M. Capuani, M. Gallione, P. Pisciotta. Venerdì 20, sempre in biblioteca, si terrà il convegno sulla costruzione del nuovo museo nei sottotetti della Basilica di San Gaudenzio. Giovedì 26 settembre, presso l’auditorium del Conservatorio Cantelli, si terrà la conferenza dell’architetto Iannis Xenakis.

Tanti i convegni in programma, dunque; fra questi quello in calendario il 19 settembre sulle prospettive di miglioramento dei servizi e della qualità della vita urbana. Il 25 settembre, invece, l’appuntamento è al Cantelli con “Piani del colore, sostenibilità e tutela dei centri storici” a cura di Sikkens.

Ma NovarArchitettura non è solo convegni: in programma ci sono anche le aperture straordinarie di alcuni cantieri che costituiscono un eccellente esempio di riuso di architetture nel tessuto urbano novarese, dall’ex Ospedale Psichiatrico alla Sala del Compasso della Basilica di San Gaudenzio. Dal 10 al 20 settembre sarà inoltre aperto l’Archivio storico delle acque e terre irrigue dell’Associazione Irrigazione Est Sesia e delle sale che ospitano la Quadreria del Collegio Caccia. Non mancheranno, poi, le mostre: dagli architetti alle architetture fino alla fotografia.

Il festival, inoltre, penserà anche ai bambini, con un evento realizzato in collaborazione con l’artista Corrado Bonomi e l’Unicef, in programma il 7, l’8, il 21 e il 22 settembre nel cortile del Broletto.

FONTE: www.novaratoday.it

error: Contenuto protetto