Potenza e prestazioni senza troppi consumi

12 Novembre 2012

Potenza e prestazioni fanno rima con riduzione dei consumi grazie alla tecnologia della F1. L’incarnazione dell’applicazione del know-how maturato in Formula Uno da Mercedes prende forma nel nuovo propulsore messo a punto dalla factory Amg: un otto cilindri a V da 5.500cc che riesce a regalare tutte le performance di un V8 con i consumi ridotti di un 4 cilindri. Il segreto si chiama “Amg Cylinder Management”, un nuovo sistema di esclusione automatica dei cilindri derivato direttamente dalle vetture di Formula 1. Grazie a questa tecnologia, sviluppata in esclusiva da Mercedes-Amg, il risparmio nei consumi raggiunge il 30% rispetto al precedente equivalente propulsore, mentre al tempo stesso è stato possibile ridurre sensibilmente le emissioni di CO2 (199 g/km Nedc combinato, dati provvisori).

Così nonostante un aumento della potenza di circa 62 cavalli, che ora sono 422, e della coppia, passata da 510 a 540 Nm, i consumi di 8,5 l/100 km (Nedc combinato, dati provvisori) risultano più bassi di circa 3,5 litri rispetto al modello precedente, dimostrando in questo modo l’alta efficienza del propulsore.

Purtroppo, almeno inizialmente, il nuovo motore V8 da 5.500cc, con esclusione automatica dei cilindri “Amg Cylinder Management” e iniezione diretta, sarà disponibile esclusivamente sulla nuova SLK 55 Amg, che sarà presentata il prossimo settembre in anteprima mondiale al salone dell’auto di Francoforte.

Questo innovativo propulsore è frutto del progetto “Amg Performance 2015” con

il quale la casa di Stoccarda si era impegnata a sviluppare un costante contenimento di consumi e delle emissioni sui modelli che sarebbero stati lanciati negli anni successivi senza però dimenticare lo slogan “Driving Performance” che accompagna le sue vetture più sportive.

Il nuovo motore aspirato V8 si basa sull’M157 V8 da 5.500cc litri impiegato dal 2010 sui modelli, tutti Amg, E 63, CLS 63, S 63 e CL 63, con cui condivide vari sistemi e componenti come cilindrata, rapporto corsa/alesaggio, distanza tra i cilindri, sistema start/stop e iniezione diretta di benzina. Le differenze principali rispetto all’M 157 sono invece da ricercare tra elementi come il nuovo condotto di aspirazione dell’aria, le nuove testate cilindri, le modifiche al sistema di distribuzione, l’adattamento del sistema di lubrificazione e l’ottimizzazione del basamento.

Soddisfazione per i risultati ottenuti con questo propulsore è stata espressa da Ola Källenius, presidente di Mercedes-Amg: “Contenimento dei consumi e prestazioni di livello superiore: con il nuovo motore AMG V8 da 5,5 litri e 310 kW abbiamo creato un autentico capolavoro. L’M 152 è un propulsore esemplare in termini di efficienza che dimostra, al tempo stesso, la creatività e la competenza dei nostri ingegneri, ispirati dalla Formula 1 nell’adottare l’esclusione automatica dei cilindri. Ecco perché è il propulsore perfetto per la nuova SLK 55 AMG, che sarà presentata in autunno al salone dell’automobile di Francoforte”.

Secondo Friedrich Eichler, responsabile Powertrain di Mercedes-Amg: “Grazie all’innovativo sistema di esclusione automatica dei cilindri AMG Cylinder Management e altri componenti ad elevato contenuto tecnologico, il nostro motore V8 aspirato vanta consumi pari a quelli di un quattro cilindri, garantendo tuttavia la potenza e il sound tipici di un otto cilindri. Una sportiva con soluzioni provenienti dalla Formula 1: sono sicuro che la nuova SLK 55 AMG sarà all’altezza delle aspettative di tutti gli appassionati delle Roadster ad elevate prestazioni”.

 

Fonte: http://www.repubblica.it/

error: Contenuto protetto