Riapre Ercolano

22 Aprile 2011

Riapre il sito archeologico di Ercolano celebrando così dieci anni di attività dell’“Herculaneum Conservation Project” per la salvaguardia dell’antica Ercolano.
Si tratta di una collaborazione fra il Packard Humanities Institute, la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei e la British School at Rome. Una cooperazione tra pubblico e privato che ha permesso di arrestare e ridurre drasticamente il grave degrado in cui versava il sito archeologico alla fine del ventesimo secolo. La riapertura del Decumano Massimo segna l’ultima tappa nel processo di progressiva restituzione al pubblico godimento del reticolo urbano.
Per la prima volta dagli anni ‘80, infatti, le strade dell’antica Ercolano sono tutte aperte al pubblico. Nei prossimi anni i lavori continueranno con la riapertura di ulteriori aree, tra cui la Casa del Rilievo di Telefo e l’Antica Spiaggia con il suo percorso che condurrà fino alla Villa dei Papiri. Molte delle lezioni apprese nell’ultimo decennio grazie all’Herculaneum Conservation Project sono potenzialmente applicabili ad altri siti archeologici.

Fonte: ProgettoRestauro

error: Contenuto protetto