Smaltimento sostanze e oggetti nocivi, importante ai fini ecologici

10 Novembre 2021

Nella vita di tutti i giorni, seppur inconsapevoli, si è costantemente a contatto con sostanze nocive, altamente pericolose per la salute di umani e animali. Ecco quindi l’importanza di saper riconoscere tali sostanze e informarsi sulle corrette procedure per eliminarle.

Eternit e lana di roccia sono solo alcuni dei materiali da smaltire con criterio e che non possono essere cestinati sfruttando semplicemente il cassonetto dell’immondizia.

Lana di roccia: cos’è e come deve essere smaltita

La lana di roccia è un materiale silicato amorfo formato da un composto di rocce e altre sostanze utilizzato come isolante in campo edilizio, navale e industriale, esso risulta perfetto anche nella coltura idroponica, ovvero nella coltivazione di piante fuori dal suolo. Nello specifico la lana di roccia è composta per il 95% da materie prime inorganiche naturali (sabbia silicica), di questa percentuale l’80% è costituito da materiali di riciclo (vetro). Questa composizione la rende capace di trattenere a sé molta aria, limitando la diffusione di calore e rumore, non a caso viene definita fonoassorbente e resistente al fuoco. A dispetto di numerose dicerie la lana di roccia quindi non è cancerogena, a patto che sia stata creata con tutte le accortezze del caso, evitando la miscelazione di sostanze diverse da quelle sopra indicate. Affinché le fibre di cui è costituita non risultino dannose, devono essere non respirabili, ovvero con un diametro non inferiore a limiti specifici. Lo smaltimento della lana di roccia deve avvenire rigorosamente rispettando tutti gli accorgimenti del caso, tramite l’intervento di staff specializzati, che operano nel rispetto delle norme in materia di “smaltimento e trasporto in discarica autorizzata di materiali isolanti”. Rivolgersi a un’azienda esperta è l’unico modo per adempiere a un corretto smaltimento. A garanzia del proprio operato la ditta ingaggiata rilascerà al cliente l’avvenuta dichiarazione di conferimento tramite apposito formulario. Per quanto riguarda lo smaltimento lana di roccia costi è possibile affermare che l’onerosità del servizio varia in base alla complessità dell’intervento e alla quantità del materiale lavorato. Anche la lontananza dalla sede operativa influisce sul prezzo. In linea generale i prezzi si aggirano intorno agli 80-100 euro al quintale, escluse spese di trasporto e analisi chimiche (obbligatorie).

Eternit: cos’è e come deve essere smaltito

L’eternit, conosciuto come fibrocemento è un composto realizzato da cemento e amianto a lenta presa e a elevata resistenza e trazione. Le sue origini risalgono al 1901, anno in cui si cominciò a utilizzarlo per la realizzazione di tegole e lastre destinate all’edilizia. Proprio perché la sua composizione prevede la presenza di amianto è ritenuto un materiale altamente tossico, causa principale di tantissimi tumori. Lo smaltimento avviene esclusivamente previo intervento di ditte competenti, che operano nel rispetto delle leggi in vigore. In fase di rimozione eternit è obbligatorio l’utilizzo di maschera facciale filtrante, tuta antipolvere, guanti, vernice incapsulante, pompa ispiratrice, nastro adesivo ed etichetta di identificazione. Anche i costi di smaltimento dell’eternit, come quelli della lana di roccia, non sono facilmente misurabili, in quanto vengono influenzati dai metri quadri, dal peso del materiale e dallo sfruttamento o meno del bonus amianto.

Credit: https://www.greenplanner.it/2021/11/10/importanza-smaltimento-sostanze-nocive/

error: Contenuto protetto