UMPI compie 30 anni e rende “SMART” Montescudo

21 Ottobre 2012

Nel Trentesimo della sua attività, il leader mondiale in tecnologie powerline (previsione di fatturato entro il 2015: 50 milioni) annuncia la creazione della prima Smart City della Valconca: Montescudo, che ora risparmierà il 52,3% in meno ogni anno
UMPI, leader mondiale in tecnologie powerline (previsione di fatturato entro il 2015: 50 milioni di euro), festeggia in questi giorni trent’anni di attività: un’avventura nata nell’ottobre del 1982 per iniziativa di Piero Cecchini – allora albergatore – che decise, quasi per gioco, di trasformare un’esigenza in un’idea imprenditoriale. «Da quel prototipo per la chiamata di soccorso nei bagni ad onde convogliate – spiega l’attuale presidente UMPI Luca Cecchini – di passi avanti ne sono stati fatti molti: l’azienda è cresciuta, ha ampliato le proprie competenze, ideato prodotti e soluzioni per soddisfare le esigenze dei clienti in diversi ambiti applicativi, affermandosi a livello internazionale».
In tutti questi anni l’innovazione tecnologica messa a punto da UMPI ha consentito a numerosi Comuni e amministrazioni locali di gestire meglio le proprie risorse, e li ha sostenuti nel loro percorso verso la realizzazione delle “città intelligenti”. Una delle realtà che recentemente ha deciso di sfruttare questa opportunità è il Comune di Montescudo (RN) – realtà collinare di 3.300 abitanti –, che, con l’adozione della piattaforma tecnologica Mynos System UMPI, è diventata la prima Smart City della Valconca.
Il territorio di Montescudo è stato reso interamente “intelligente” grazie ad un progetto di efficienza e risparmio energetico sulla pubblica illuminazione, basato sulla tecnologia ad onde convogliate di UMPI, capace di trasformare la rete elettrica esistente in reti-dati ad alta velocità senza l’installazione di nuovi cablaggi. I 929 lampioni della città e le 25 cabine di alimentazione sono ora in grado di far transitare segnali audio e video ad altissima velocità, erogando numerosi servizi aggiuntivi. Già attivo è il sistema di video sorveglianza, mentre, collegando ulteriori apparecchiature senza dover realizzare nuove infrastrutture, sarà possibile avere nuovi servizi relativi alla mobilità sostenibile, alla sicurezza e al controllo sul territorio, alla connettività e al monitoraggio della qualità dell’aria. Inoltre, grazie alla possibilità di modulare l’erogazione della luce a seconda delle esigenze, i consumi sono stati sensibilmente ridotti.

Il Sindaco di Montescudo, Ruggero Gozzi, che per primo ha creduto in questo progetto, spiega: «Grazie all’utilizzo delle apparecchiature di telegestione UMPI, potremo ottenere un risparmio complessivo tra energia e manutenzione del 52,3%. L’innovazione tecnologica contribuirà così a ridurre drasticamente i costi di energia e renderà possibile l’abbattimento dei costi di gestione per la manutenzione. Montescudo spende ora per i consumi in bolletta, grazie a Minos System, il 47% circa in meno di energia elettrica all’anno.
Umpi prosegue dunque nella sua ricerca per creare soluzioni tecnologiche innovative capaci di anticipare i bisogni futuri e, come nel caso di Montescudo, di fornire un significativo contributo al miglioramento della qualità della vita delle persone. «Trent’anni di storia – conclude Cecchini – sono un traguardo importante, ma per noi rappresentano soprattutto un punto di partenza per affrontare i tanti altri anni di attività che sono davanti a noi con entusiasmo e determinazione».

Profilo di UMPI
Fondata nel 1982, a Cattolica (RN) Umpi è un’azienda specializzata nella realizzazione di sistemi intelligenti per la telegestione dell’illuminazione pubblica e degli smart grid. Opera inoltre nel controllo degli edifici per il settore pubblico e privato. L’azienda si avvale di tecnologie proprie, tra cui i dispositivi Minos (TLC e onde convogliate nelle frequenze di ciascuna country). Ha all’attivo numerosi brevetti depositati. Un’importante realtà tutta italiana e una tra le prime “green company”, Umpi fa’ del rispetto ambientale uno dei punti cardini della filosofia aziendale. Con 500.000 punti intelligenti installati, il suo sistema Minos costituisce il più grande parco installato in termini di citymatica, ossia di punti intelligenti in outdoor. E grazie a Minos, Umpi è già stata insignita di numerosi premi fra cui “OK Italia 2009” di Unicredit Banca per “internazionalizzazione ed eccellenza nel territorio”, il “Premio speciale energia e ambiente” di ENEA e riconoscimenti di Lega Ambiente. Umpi ha diversi partner prestigiosi, con i quali opera nella implementazione di quartieri e città intelligenti. Le sue tecnologiche innovative sono finalizzate al risparmio energetico, alla tutela ambientale, al miglioramento della qualità della vita mediante un aumento dei livelli di sicurezza e della qualità dell’illuminazione, ottimizzando così anche i costi generali dei servizi.

UMPI Elettronica Srl
www.umpi.it


Fonte: Ufficio Stampa e Relazioni Pubbliche Ghenos Srl

error: Contenuto protetto