L’Aquila, area di San Pietro, ipotesi di un intervento post-sismico. Dal piano di ricostruzione al piano di riabilitazione.

L’Aquila, area di San Pietro, ipotesi di un intervento post-sismico. Dal piano di ricostruzione al piano di riabilitazione.

Relatore: Prof. Giuseppe Centauro
Correlatore/i: Arch. Cristina N. Grandin, Arch. Gianfranco Gracchi
Laureando/i: Elena Montomoli, Erica Ventrella
Anno accademico: 2010/2011

Abstract

Il lavoro di tesi è frutto di diverse esperienze effettuate all’interno del centro storico della città di L’Aquila negli 11 mesi dal febbraio 2010 al Gennaio 2011,nell’ambito degli studi di restauro seguiti (Corsi di Restauro Urbano e Restauro delle Superfici Decorate tenuti dal Prof. G. A. Centauro). Tale lavoro è stato condotto a seguito di accordi di collaborazione stipulati (gen. 2010 e gen. 2011) tra il Dip. di Costruzioni e Restauro ed il Comune di L’Aquila, aventi come Responsabile Scientifico della ricerca il suddetto Prof. Centauro.

Il contenuto fondamentale degli studi condotti è costituito dai criteri e princìpi generali da os­servare nelle fasi di progettazione degli interventi di restauro alla scala urbana ed architettonica per la rigenerazione e la ricostruzione dei comparti edilizi storici danneggiati dagli eventi sismici del 2009. Le ipotesi di intervento, risultato finale del lavoro di tesi e punto di partenza per la definizione dei contenuti di Piani di Riabilitazione, sono da considerarsi come contributi integrativi alle Procedure relative alla ricostruzione dei centri storici del cratere, indicate dalla Struttura Tecnica di Missione, costituita a supporto del Commissario governativo delegato per la messa a punto delle strategie per la ricostruzione, ed  hanno come obiettivo primario la dimostrazione della possibilità di individuazione e costruzione di una metodologia di intervento applicabile in maniera uniforme nelle località colpite dal sisma, seppure con le declinazioni portate dai casi specifici e peculiari.

Lo studio, l’analisi e la sintesi dei dati raccolti sull’intero centro storico aquilano sono stati propedeutici alla definizione delle ipotesi di intervento su di un’area specifica e circoscritta del centro stesso: l’area della Prefettura,  spazio di aggregazione fondamentale della città, caratterizzato dal punto nodale del Palazzo del Governo;  Lo sviluppo degli aspetti metodologici alla base delle ipotesi di intervento ha come oggetto un isolato di tale area.

La messa a punto sul comparto di studio di una metodologia di rilievo e di intervento che privilegi il recupero degli elementi materici caratterizzanti l’edificato preesi­stente è dunque l’obiettivo del lavoro che ha come suo primo risultato l’elaborazione di un modello di scheda di supporto a tali attività. L’apposita scheda di rilievo per l’accertamento orientativo dei dati materici qualitativi e quantitativi di ogni singolo edificio costituisce l’ossatura portante dell’intero lavoro.

Le diverse esperienze condotte all’interno del centro storico aquilano ed in particolare nell’area della Prefettura costituiscono una parte fondamentale del lavoro condotto. Nelle numerose aree di studio ed in particolare nel comparto oggetto del lavoro di tesi, alla schedatura, si sono associate indagini preliminari di carattere diagnostico ed analitico, con osservazioni e valutazioni relative ai meccanismi di collasso strutturale e relativi danneggiamenti rilevati allo stato attuale, con distinta valutazione delle condizioni conservative rilevate a 10 mesi circa dal sisma e nei mesi successivi, rilievo del colore e campionamenti.

Tale lavoro sul campo ha permesso di  approfondire, integrare e declinare le indicazioni fornite dalla Struttura Tecnica di Missione relative alla suddivisione del processo di intervento in fasi (preliminare, propedeutica e di formazione dei Piani di Ricostruzione). A seguito degli studi condotti, all’interno della fase preliminare sono state previste la rimozione delle macerie a terra e la messa in sicurezza; L’analisi conoscitiva e la valutazione interpretativa del danno sismico compongono la fase propedeutica; La fase di formazi­one, infine, prevede diagnostica, interventi strutturali e rimozione dei presidi, interventi sugli elementi architettonici e sulle finiture, lineamenti per il restauro delle superfici. Ognuna di esse è stata sviluppata nei suoi contenuti nell’ambito del comparto di studi suddetto, con particolare attenzione alle problematiche della  rigenerazione delle malte e degli intonaci da recuperare dai materiali di risulta e dalle superfici in demolizione: una quota significativa dei materiali per la ricostruzione può, infatti, essere recuperata per il restauro rigenerando quelli esistenti già destinati allo smaltimento.

Gallery

Profilo

Montomoli Elena

Nata a Empoli il 1 Aprile 1985, vive attualmente a Certaldo,  provincia di Firenze. PERCORSO DI STUDI Diplomata nell'anno scolastico 2003/2004 presso il Liceo Scientifico Enriques di Castelfiorentino (FI) con votazione di 90/100. Laureata in Architettura Magistrale (a ciclo unico) presso l'Università degli Studi di Firenze nell'anno accademico 2010/2011 con votazione di 110 e lode con tesi in Restauro Urbano dal titolo: L'Aquila, area di San Pietro, ipotesi di un intervento post-sismico | Dal piano di ricostruzione al piano di riabilitazione. ESPERIENZE FORMATIVE/LAVORATIVE Partecipazione al seminario di studio per la ricostruzione del Centro Storico de L'Aquila e di Sant'Eusanio Forconese (L'Aquila -Sant'Eusanio Forconese 1/6 Febbraio 2010) all'interno del Corso di Restauro Urbano del Prof. Giuseppe Centauro, a.a 2009/2010: workshop con rilievi e schedature in situ. Partecipazione al seminario di studio la ricostruzione del Centro Storico de L'Aquila (L'Aquila 8/11 giugno 2010) all'interno del Corso di Restauro delle Superfici decorate e dei Monumenti del Prof. Giuseppe Centauro e codocente Dott. Cristina Grandin, a.a 2009/2010: workshop con rilievi e schedature in situ. Durante il seminario si è svolta la Giornata di Studio: Studi di restauro urbano ed architettonico: metodologie per la ricostuzione dei centri storici di L'Aquila e dei Comuni del cratere. Esposizione di elaborati prodotti durante i Corsi di Restauro Urbano e delle Superfici decorate e dei Monumenti all'interno della Mostra "L'Aquila. Studi e Rilievi per la Ricostruzione post sisma del 6 aprile 2009" presso il Ridotto del Teatro Comunale de L'Aquila dal 22 al 28 gennaio 2011. Realizzazione elaborati e allestimento della mostra. Pubblicazione degli studi condotti durante i Corsi suddetti: L'Aquila. Studi e Rilievi per la Ricostruzione post sisma del 6 aprile 2009| Febbraio-Luglio 2010, a cura di Giuseppe A. Centauro, con i testi di G.A. Centauro, C.N. Grandin, G. Gracchi, Portofranco ed., L'Aquila 2010. Tirocinio formativo effettuato presso lo studio dell'Arch. Andrea Cipriani, a Monteriggioni (SI), dal Dicembre 2010 ad Aprile 2011. CONOSCENZE LINGUISTICHE E INFORMATICHE Inglese (buono) Programmi di Grafica : Photoshop CS5 ( molto buono) Programmi di modellazione e animazione: 3D Studio Max (base), Sketchup 8 (molto buono) Programmi di disegno bidimensionale: Autocad (molto buono) Altro: Pacchetto Office 2010 (molto buono); Adobe InDesign (base); Adobe Illustrator (base)
error: Contenuto protetto