Rilevamento fotogrammetrico digitale non convenzionale ed analisi strutturale agli elementi finiti dell’Arco d’Augusto di Rimini

Rilevamento fotogrammetrico digitale non convenzionale ed analisi strutturale agli elementi finiti dell’Arco d’Augusto di Rimini

Relatore: Prof. Antonio Zanutta
Correlatore/i: Prof. Ing. Francesco Ubertini, Ing. Simonetta Montaguti, Prof. Ing. Stefano De Miranda
Laureando/i: Maurizio Serpieri
Anno accademico: 2004/2005

Abstract

L’Arco d’Augusto di Rimini rappresenta da sempre il monumento simbolo della città; ha visto ogni periodo storico, dei quali riporta tuttora i segni in modo visibile. L’alto valore storico, culturale ed artistico che l’Arco porta con se merita di essere valorizzato, conservato e studiato. E’ stato realizzato un rilievo fotogrammetrico del monumento romano e una successiva analisi strutturale mediante la tecnica F.E.M. Il rilievo è stato eseguito con la moderna tecnica digitale non convenzionale, la quale ha permesso di comprendere quanto essa sia in grado di soddisfare le varie esigenze di rilievo nell’ambito dei Beni Culturali. Nel primo capitolo si affrontano le tematiche relative al rilievo dei Beni Culturali, si concentra poi l’attenzione sul settore della fotogrammetria digitale. Il secondo capitolo è dedicato interamente alla storia dell’Arco d’Augusto, riportando tutti i rilievi dell’Arco realizzati dal Medioevo ad oggi. Il terzo capitolo riporta la serie di restauri che l’Arco riminese ha subito nel corso dei secoli, fra cui i due grandi interventi di restauro: il primo eseguito nel 1947 dall’Ing. Rinaldi G., il secondo nel 1996-98 per opera dell’Arch. Foschi P.L. Nel quarto capitolo si parla di come la tecnica fotogrammetrica si presti molto bene all’analisi e al controllo delle deformazioni strutturali. Il capitolo cinque è dedicato al rilievo topo-fotogrammetrico dell’oggetto, affrontato in tutte le sue fasi: ricognizione preliminare,progettazione ed esecuzione delle prese. Il sesto capitolo affronta l’elaborazione dei dati mediante il software PhotoModeler Pro 5. Nel settimo capitolo si confronta il presente rilievo con l’ortofoto realizzata nel 1982 dall’Arch. Angelini R. Il capitolo otto riporta alcune informazioni al riguardo della geomorfologia della zona limitrofa all’Arco. Nell’ultimo capitolo si descrive l’impiego del software agli elementi finiti Straus7 per creare ed elaborare il modello numerico dell’Arco.

 

L’intera opera è reperibile al seguente indirizzo

http://amslaurea.unibo.it/7394/

Altri documenti e pubblicazioni correlati al presente lavoro sono visionabili ai seguenti indirizzi

http://amslaurea.unibo.it/13284/

https://goo.gl/QiDsTS

http://amslaurea.unibo.it/12607/

 

Gallery

Profilo

Serpieri Maurizio

Maurizio Serpieri nasce a Rimini il 31/01/1983 da una famiglia di commercianti. Sin dall'infanzia la sua innata curiosità, doti matematiche ed interessi artistici lo spingono ad approfondire la scienza, matematica, informatica, fisica ed astronomia come autodidatta, praticando anche corsi di disegno/pittura, fotografia, ballo latino, karate, jiu-jitsu e studio del pianoforte classico sostenendo gli esami di solfeggio, diploma inferiore e storia della musica presso il Conservatorio Bruno Maderna di Cesena negli anni 2000-2002 Nel 2002 si diploma a pieni voti presso l’istituto statale per Geometri “Odone Belluzzi” di Rimini. Nel 2005 si laurea con lode in ingegneria civile ad indirizzo strutture presso la Facoltà di Ingegneria di Bologna con argomento di tesi: “Fotogrammetria digitale non convenzionale ed analisi strutturale agli elementi finiti dell’arco d’Augusto di Rimini” (http://amslaurea.unibo.it/7394/), tesi che vinse il premio Dr. Aldo Gaspari per i suoi contenuti storici e scientifici ed ebbe diversi seguiti nell’ambito della ricerca scientifica con pubblicazioni su alcuni siti web tematici, atti di convegni e sul portale del comune di Rimini; favorendo anche lo sviluppo di nuove tesi sperimentali con l’impiego di tecniche innovative di rilievo fotogrammetrico ed analisi FEM seguite da Maurizio Serpieri come correlatore in collaborazione con il dipartimento DICAM della facoltà di Ingegneria di Bologna nell’ambito strutturale e fotogrammetrico insieme al relatore Prof. Antonio Zanutta, con il quale mantiene una viva la collaborazione in ambito di ricerca insieme ad altri correlatori del dipartimento di Scienza delle Costruzioni in collaborazione come il Prof. Stefano De Miranda e Prof. Francesco Ubertini. Nel 2008 si laurea nuovamente con lode in ingegneria civile magistrale ad indirizzo strutture presso la Facoltà di Ingegneria di Bologna con argomento di tesi “Pushover 3D per strutture in c.a.” (http://amslaurea.unibo.it/111/) che portò anch’essa ad iridati successi, fra cui quattro pubblicazioni su atti di convegni internazionali e siti web tematici (Reluis, Anidis, ISI – Ingegneria Sismica Italiana, Workshop a Lisbona) insieme al Prof. Marco Savoia (ordinario del dipartimento di Tecnica delle Costruzioni della Facoltà di Ingegneria di Bologna - UniBO) e al Prof. Rui Pinho (associato del dipartimento di Tecnica delle Costruzioni della Facoltà di Ingegneria di Pavia UniPV nonché direttore scientifico del prestigioso centro di ricerca europeo sulla sismica Eucentre). Nel Marzo 2008, appena laureato, intraprende una collaborazione di ricerca con il Prof. Marco Savoia presso il dipartimento di Tecnica delle Costruzioni della Facoltà di Ingegneria di Bologna - DICAM (www.dicam.unibo.it), lavorando alla pubblicazione di articoli specifici in merito al Pushover 3D, nonché come correlatore di tesi per i laureandi impegnati nel proseguimento di tale ambito di ricerca. All’inizio del 2009 entra a far parte, come collaboratore progettista strutturista, della società di Ingegneria ed Architettura Polistudio AES di Riccione (www.polistudio.net); società di circa 80 persone con la quale partecipa alle più svariate tipologie di lavori pubblici e privati, nonché alla progettazione di grandi opere distribuite su tutto il territorio nazionale ed internazionale con anche il ruolo di collaborazione alla D.L. (edifici in c.a., acciaio, legno, muratura, edifici esistenti in c.a. e muratura sono i campi di applicazione). Nei sette anni di collaborazione apprende la gestione della commessa e collaboratori, partecipa a centinaia di progetti di ogni tipo, dimensione e complessità, specializzandosi con il tempo nel campo degli interventi di miglioramento/adeguamento sismico e protezione sismica passiva ed attiva degli edifici esistenti in c.a., muratura e acciaio (mediante rinforzi con FRP di murature e c.a., isolamento sismico, smorzamento sismico viscoso ed isteretico tramite damper, torri dissipative, ecc…), mettendo in pratica dal 2010 su alcuni ospedali oggetto di valutazione di vulnerabilità sismica il metodo pushover 3D appreso durante il periodo di ricerca e tesi. Dal 2009 al 2011 tiene, contemporaneamente al lavoro diurno, lezioni serali di Tecnica delle Costruzioni e Topografia presso il Cepu di Rimini per studenti universitari e delle scuole superiori per geometri. Nel gennaio 2016 decide di cambiare tipologia di lavoro e piazza, trasferendosi a Milano per lavorare insieme alla ditta di rivendita software e assistenza tecnica Harpaceas - The BIM Specialist (www.harpaceas.it) di 35 persone, intraprendendo una breve ma intensa esperienza da responsabile commerciale del settore calcolo strutturale dell’azienda. Nel maggio 2016 entra a far parte in qualità di collaboratore progettista strutturista presso lo studio di ingegneria Sarti Engineering di Rimini (www.studiosarti.it) di circa 12 persone con il quale partecipa a diverse tipologie di lavori: pubblici e privati, nonché alla progettazione di grandi e ardite opere in acciaio, affinando la propria conoscenza nell’ambito della progettazione di strutture metalliche. Fra i lavori più complessi, arditi e importanti svolti insieme a Starti Engineering vi sono le strutture realizzate per l’Arch. Massimiliano Fuksas. Ad oggi collabora con studio Sarti Engineering svolgendo l’attività di progettista strutturale.   Ing. Maurizio Serpieri +39 338 7941312 www.ingmaurizioserpieri.com ing.maurizio.serpieri@gmail.com www.linkedin.com/in/ingmaurizioserpieri www.facebook.com/ingmaurizioserpieri
error: Contenuto protetto